I monili "Miluna" disegnati da Maria Giovanna Ruiu: un pò sardi i gioielli di Miss Italia

di Massimiliano Perlato

Quell’armonia di luce e forme – oro e diamanti – che brilla sulla bellissima per eccellenza, Miss Italia, è il materializzarsi del senso estetico di una giovane donna che da 3 anni firma, per conto di Miluna, maison "Cielo Venezia 1270", i gioielli delle collezioni che le Miss indossano nella kermesse di Salsomaggiore. Maria Giovanna Ruiu ha 30 anni, è di Macomer, è una bella ragazza che in mezzo ai preziosi c’è nata: terza generazione di una famiglia di gioiellieri originari di Ploaghe, il cui capostipite, Giovanni Maria, aprì la prima bottega nel 1913. Maria Giovanna studia al Liceo Scientifico di Macomer, approda al Dams e decide di andare là dove ti porta il cuore. Laurea al Dams e disegni su disegni. Abiti e non solo. L’incontro con lo studio internazionale di Gianni Bortolotti, una delle firme più prestigiose dell’architettura mondiale, a Bologna, le spalanca gli occhi. Si riavvicina ai gioielli come piccoli capolavori d’arte ma anche di emozioni. Maria Giovanna si sposta dall’Emilia al Veneto, frequentando i corsi di design a Bassano del Grappa: oreficeria, modellismo in cera. Corsi fondamentali per acquisire manualità. Un tour per imparare l’arte tra Bassano, Vicenza, Venezia e la capitale dell’oro in Italia, Valenza. La giovane sarda inizia nel 2002 in una piccola azienda a Camisano vicino Vicenza. Intanto studia e gira per le fiere. Visita i padiglioni portando con se il "book" pieno di disegni. Collane, anelli, orecchini, bracciali… Incontra Adriano Chimenti che la porta con se nella fabbrica di Grisignano di Zocco, una delle più avanzate che ci siano. Così le sue prime due collezioni del Natale 2005, diventano degli evergreen della casa. Disegna per il commerciale e per il singolo. Magnati russi, petrolieri arabi. Pezzi unici dai costi elevati. Tra Grisignano e Macomer diventa l’emigrata tra i preziosi. A fine 2005 passa a Cielo Venezia 1270. Un’occasione, un riconoscimento. E da allora, nell’azienda di Sergio e Mara Cielo, a Olmo di Creazzo, le sue proposte per il concorso Miss Italia vengono regolarmente approvate dall’azienda. E finiscono in passerella, da tre anni consecutivi. Ma non ci sono solo le Miss. Cielo Venezia firma otto marchi: Miluna, Yukiko, Yukey, Miss Fashion, Nimei, Kiara, Arkano. Una grande famiglia dove ogni settore ha il suo target, la sua specializzazione. Maria Giovanna gioca su tutte le ruote. E rinizia a studiare: anche l’acciaio per le creazioni della linea più giovanile e maschile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *