“IL MIO VIAGGIO NELLA SLA”: PRESENTAZIONI DEL LIBRO DI ANTONIO PINNA: A TORINO IL 6 OTTOBRE, A MONZA IL 7 NOVEMBRE

Sono un sardo di Oristano ed in nome della comune sardita’, ma soprattutto in nome della sensibilità  verso i malati di SLA, una grave e sinora incurabile malattia neurodegenerativa invito i  vostri associati ed i vostri amici a partecipare a Torino sabato 6 ottobre alle 17 presso la biblioteca della Fondazione Giorgio Amendola di Via Tollegno 52 dove verrà presentato il libro di Antonio Pinna.

“Il mio viaggio nella SLA”, edito da Cuec ed il documentario SLA in men che non si dica realizzato con la regia di Antonello Carboni, anche lui sardo di Oristano,  da un’idea di Antonio Pinna.

Interverranno Nerina Dirindin dell’Università di Torino, Andrea Calvo, neurologo ricercatore del Centro CRESLA di Torino, il senatore Mauro Laus e il geriatra Pietro Secreto.

Il libro di Antonio Pinna, giornalista pubblicista, è un racconto sulla condizione dei malati di SLA in Italia, ricco di informazioni sui problemi dell’assistenza, dei caregiver familiari, del testamento biologico, della ricerca terapeutica e della comunicazione con i pazienti.

Il documentario si occupa dell’ampia comunità dei malati di SLA, con i loro familiari, gli assistenti, i medici e le associazioni di volontariato.

Abilmente girato e montato dal regista Antonello Carboni, con un’esperienza ventennale con importanti riconoscimenti anche internazionali. racconta per immagini un viaggio tra i malati di SLA resilienti, quelli che hanno fatto della malattia una risorsa per il miglioramento di sé stessi, anche sostenuti dalla loro comunità allargata e dalla competenza informatica e multimediale.

 

A Torino sabato 6 ottobre. A Monza il 7 novembre alle 20.30 per lo stesso evento presso la sala

di Binario 7 via Filippo Turati 8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *