LA PRESENTAZIONE DEI FINALISTI DI VISIONI SARDE 2017: "WAITING FOR" DI MATTEO PIANEZZI

MATTEO PIANEZZI - Locandina di WAITING FOR

di Bruno Culeddu

 Matteo Pianezzi, attore, regista e sceneggiatore olbiese, presenta a Visioni Sarde “Waiting for”, una fiction drammatica di 15 minuti. Il corto, prodotto dallo stesso regista e dal socio Corso Codecasa per la Diero, è girato ad Olbia con il coinvolgimento delle maestranze locali e della comunità senegalese.

Il film è sostenuto dal Nuovo IMAIE (Nuovo Istituto Mutualistico per la tutela dei diritti degli Artisti Interpreti Esecutori), dal comitato di N. S. di Cabu Abbas e dal Comune di Olbia con il supporto di numerosi commercianti e ristoratori cittadini. La distribuzione è assicurata in Italia da  Zen Movie e, in ambito internazionale, da The Wild Room Association.

“Waiting for”, è una storia tutta al femminile con protagoniste le straordinarie Elisabetta De VitoDésirée Giorgetti e Sara Sartini. Vale la pena di sottolineare che Elisabetta De Vito, è stata nominata come miglior attrice non protagonista ai David di Donatello per il film candidato agli Oscar per l’Italia “Non essere cattivo” di Claudio Calligari.

 

Matteo Pianezzi, alla sua terza regia, ha firmato anche il soggetto e la sceneggiatura del film. Le musiche sono di Enrico Spanu, il montaggio di Davide La Porta, i costumi di Chiara Paddeu,, la fotografia di Sandro Chessa, il suono di Vincenzo Santo (presa diretta) e di Gaetano Musso (sound editing).


Questa la storia.

Tre donne si confrontano durante un viaggio verso una meta misteriosa. Un viaggio per sperare nel futuro e per ricostruire il passato. Un viaggio che è fatto di aspettative e accettazione, d’amore e scontri. 

Il regista cita Marcel Proust per dire “L’unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell’avere nuovi occhi”.

 

Il regista

Matteo Pianezzi cresce in Sardegna a Olbia e si diploma alla Scuola del Teatro Blu di Roma diretta da Beatrice Bracco. Come attore ha partecipato, fra gli altri, ai film “Calibro 10“, regia Massimo Ivan Falsetta,  “L’estate di Martino”, opera prima di Massimo Natale, e “Ti Stramo”, di Pino Insegno  e Gianluca Sodaro.

Per il teatro ha lavorato nel “Sogno nel sogno“, regia Sergio Zecca (2010), “B-Side”, di Fulvio Spagnoli  (2010)”, “Due fratelli“, regia di Corso Codecasa, (2009), “L’odore assordante del bianco” di Gianluca Soli (2008).

In qualità di regista ha diretto diversi cortometraggi tra cui “Smile” (2011) premiato in vari festival. Attualmente sta sviluppando altri due lungometraggi di futura realizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *