PELLICULAS, POESIAS E TESSERA DE SA F.A.S.I., PROPOSITOS PRO S'ANNU NOU

l'autore della poesia

di Paolo Pulina

“Cras est un’ater’annu”, guasi bi semus,
s’ultimu no est istadu propriu lebiu,
bisonzat chi s’isperantzia contivizemus
chi su chi ’enit fettat sempre su sabiu.
 
“Est sa vida, bellesa!” narat sa pellìcula:
ogni annu at a battire noos pensamentos;
bisonzat chi sias comente frummìgula
non che chìgula chi cantat a sos bentos. 
 
S’importante est no aisettare sa manna,
consolèndenos cun pellìculas famadas
e cun poesias sardas chi ana fattu iscola;
 
s’importante est de non restare a sa sola,
nois emigrados, chentza oghe, indebadas:
a sa FASI, in s’annu nou, aberimus sa janna!
 
Custa est veridade manna:
“Sa poesia no est tzertu de chie l’iscriet,
ma de chie s’inde servit” in dogni die.
 
Custu lu narat a mie e a tie
in su liberu e in pellìcula su poeta Neruda:
e duncas bidimus de no istare a sa muda.
 
Bonas Pascas de Nadale e Bon’annu!
 
Film, poesie e tessera della FASI 
Propositi per il nuovo anno
“Domani è un altro anno”, quasi ci siamo,
l’ultimo non è stato proprio leggero,
bisogna che la speranza coltiviamo
che quello che viene faccia sempre il savio.
 
“E’ la vita, bellezza!” dice la pellicola:
ogni anno porterà nuove preoccupazioni;
bisogna  che sei come formica
non come cicala che canta ai venti. 
 
L’importante è  non aspettare la manna,
consolandoci con pellicole famose
e con poesie sarde che hanno fatto scuola;
 
l’importante è non restare da soli,
noi emigrati, senza voce, inutilmente:
alla FASI, nell’anno nuovo, apriamo la porta!
 
Questa è verità grande:
“La poesia non è certo di chi la scrive,
ma di chi se ne serve” ogni giorno.
 
Questo lo dice a me e a te
nel libro e nel film il poeta Neruda:
e dunque vediamo di non stare muti.
 
Buon Natale e Buon Anno!

5 risposte a “PELLICULAS, POESIAS E TESSERA DE SA F.A.S.I., PROPOSITOS PRO S'ANNU NOU”

  1. Paolo Pulina è sempre generoso nelle Sue parole; una generosità che trova spazio nei vuoti e nella ricerca del Bello. Grazie di cuore.

  2. Con cordialità
    auguro
    Buon Natale 2011
    e Felice Anno Nuovo 2012
    Mentre mi accingo a lasciare
    la direzione di Nuovo Cammino
    voglio esprimerti con molto affetto e simpatia
    la mia riconoscenza per il tuo servizio in questi anni.
    È stato il tuo un dono alla Chiesa e alla gente.
    Mi porterò sempre nel cuore la tua disponibilità
    e l’amicizia creatasi attraverso le pagine del giornale
    rimarrà sicuramente viva nella vita di ognuno.
    Grazie!
    Giovanni Pinna

  3. Per il carissimo Paolo Pulina
    L’auguri ricambià è un ubbricu
    impostu da li legghj di lu cori,
    ma ricambialli a te sinzéru amicu
    anzi frateddhu chi s’è fattu onori
    in tarr’angena, e troppu a lascu ‘icu,
    è un piacéri ch’agghjugni più valori
    a chisti pochi cosi chi ti dicu
    in pien’accoldu cu lu Professori.
    “Dumani è un alt’annu” ci saluti
    cun righi di sirena puesia
    spigghjenti li bandéri a la spiranza.
    No saremu mai soli e mai muti
    spindendi pa la paci e l’almunia
    tutta canta la ‘ita chi c’avanza.
    Traduzione
    Ricambiare gli auguri è un dovere
    dettato dalle leggi del cuore,
    ma ricambiarli a te, sincero amico,
    anzi fratello che si è fatto onore
    in terra d’altri, e troppo raramente vedo,
    è un piacere che aggiunge più valore
    alle poche cose che ti dico
    in pieno accordo con il Professore.
    “Domani è un altro anno”, ci saluti
    con versi di serena poesia
    spiegando le bandiere alla speranza.
    Non saremo mai soli e mai muti
    spendendo per la pace e l’armonia
    tutta quanta la vita che ci avanza.
    __________________*_____________
    Carissimo Paolo, il Professor Manlio Brigaglia ha chiesto di abbinarsi negli auguri. Lo faccio volentieri: un onore in più.
    Franco Fresi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *