"LA TUA MEMORIA E' LA NOSTRA STORIA": IL PROGETTO DELLA CINETECA SARDA CHE CHIEDE IL CONTRIBUTO DEL MONDO DELL'EMIGRAZIONE

Antonello Zanda è il direttore della Cineteca Sarda
Antonello Zanda è il direttore della Cineteca Sarda

di Antonello Zanda

La Società Umanitaria della Sardegna ha promosso il progetto “La tua memoria è la nostra storia”, una campagna regionale che ha l’obiettivo di costruire l’archivio della memoria privata e familiare dei sardi. Il progetto prevede il recupero, la conservazione e la valorizzazione di quei filmati realizzati da tutti coloro che fino al 1985 hanno registrato, su pellicole di ogni formato, immagini per documentare le abitudini e le ricorrenze della loro vita familiare, i momenti quotidiani e le cerimonie, i luoghi e le tradizioni, i volti e i gesti, i viaggi e le vacanze, le attività sportive e le feste. A questi si aggiungono i film amatoriali, documentari o di finzione, realizzati nel tempo libero o nell’ambito delle attività di associazioni culturali, gruppi politici, sindacali, sociali e religiosi, scuole, istituzioni o luoghi di lavoro. L’obiettivo è primariamente quello di garantire la sopravvivenza della memoria storica depositata in queste immagini, indipendentemente della qualità tecnica e dai contenuti. Il progetto consentirà di costruire un corpus di materiali audiovisivi inediti e preziosi per lo studio della storia e della memoria locale, della cultura di un luogo e dei suoi abitanti, dello sviluppo sociale, economico, antropologico e paesaggistico. Al fine di garantire un’adeguata conservazione e un salvataggio dei contenuti dei filmati (attraverso un riversamento in digitale con tecnologie d’avanguardia) la Società Umanitaria della Sardegna invita i proprietari di pellicole famigliari o amatoriali in cui sono presenti immagini che riguardano la Sardegna in qualunque aspetto a metterli a disposizione.

Chiediamo la collaborazione della FASI perché riteniamo che sia importante anche il contributo degli emigrati sardi, in Italia e nel mondo, al fine di ricostruire una immagine più completa della nostra storia. È possibili che in passato degli emigrati sardi, appassionati e non, abbiano effettuato delle riprese con le cineprese a 8mm o in super8, nei loro viaggi di ritorno anche temporaneo in Sardegna, durante le vacanze, in occasione di momenti importanti della loro vita anche fuori dalla Sardegna.

 La collaborazione da parte vostra potrebbe realizzarsi in questo modo:

– inviando una comunicazione ai circoli e sollecitando i componenti a segnalare e a metterci in contatto con chi potrebbe avere dei film, anche già digitalizzati

– inserendo un link nel vostro sito e/o una comunicazione

 Da parte nostra c’è la disponibilità a:

– inserire il vostro logo nel materiale di promozione (brochure e manifesti futuri) e segnalare la vostra collaborazione nei comunicati stampa

– partecipare ai progetti di valorizzazione del materiale pervenuto e organizzare insieme delle iniziative sul tema

– costruire un archivio disponibile anche per voi, compatibilmente con le liberatorie dei proprietari, che costituirebbe un archivio dell’emigrazione attraverso il cinema di famiglia

Mi è d’obbligo segnalarvi che l’ISRE di Nuoro e l’Università di Sassari ha promosso un progetto analogo, ma diverso per motivi che potrete valutare visionando il loro progetto. Mi è anche d’obbligo sottolineare che il nostro progetto si avvale di una tecnologia di digitalizzazione più avanzata e offre maggiori garanzie di tutela della privacy ai proprietari.

In sintesi. I vantaggi per il proprietario: 

?         Avrà gratuitamente un dvd con il riversamento in digitale dei suoi film;

?         Il film sarà digitalizzato in alta qualità grazie allo Scanner Film (per i film in 8mm, super8 e 9,5mm) di cui si è dotato la Cineteca Sarda;

?         Chi dovesse perdere il dvd o dopo un po’ di tempo il dvd dovesse manifestare difetti, ne avrà un altro gratuitamente;

?         Potrà scegliere se donare il film, lasciarlo in deposito o riaverlo indietro appena realizzata la digitalizzazione;

?         Se sceglierà di depositare i suoi film in Cineteca questi saranno custoditi e conservati con tutte le cure e le garanzie necessarie;

?         Avrà la massima garanzia di tutela della privacy e sull’eventuale uso delle immagini: sarà informato puntualmente di ogni iniziativa e qualunque uso sarà possibile solo in seguito ad una autorizzazione specifica che potrà decidere di rilasciare o no.

Nella sua ultima fase il materiale depositato sarà catalogato al fine di una identificazione e fruizione immediata attraverso l’elaborazione di un database dei contenuti indicizzati per voci chiave. Il lavoro di catalogazione e documentazione sui materiali filmici si svolgerà in stretta collaborazione con gli autori delle riprese e i loro familiari, al fine di garantire la ricostruzione storica e sociale necessaria a restituire a queste pellicole il loro valore di testimonianza.

I rapporti tra i proprietari dei film e l’Archivio saranno regolati da una scrittura privata. Per ogni bobina o filmato consegnato sarà redatta una scheda di consegna con i dati del proprietario, una descrizione dei contenuti e la forma di acquisizione da parte della Società Umanitaria.

I donatori e depositari impossibilitati a recarsi nei centri di raccolta potranno anche fare richiesta telefonica o via email per un ritiro a domicilio.

 I proprietari potranno consegnare i film ai seguenti indirizzi:

 

?         presso le tre sedi della Società Umanitaria in Sardegna così dislocati:

CAGLIARI Società Umanitaria di Cagliari, Viale Trieste 118, 09123 Cagliari, tel. 070/280367 tel. e fax 070/278630 – email: umanitaria@lacinetecasarda.it

CARBONIA Società Umanitaria di Carbonia, Via Della Vittoria 96, 09013 Carbonia, tel. 0781/671527 – email: umanitaria@lacinetecasarda.it

ALGHERO Mediateca di Alghero, Via Marconi 10, 07041 Alghero, tel. 079/977027 – email: umanitaria@lacinetecasarda.it

?         presso i Centri di raccolta indicati nel sito www.lacinetecasarda.it e grazie alla collaborazione dei partner (Sistemi bibliotecari e biblioteche, FICC Federazione Italiana dei Circoli del Cinema, FEDIC Federazione Italiana dei Cineclub) e di altri privati che hanno aderito e accettato di collaborare al progetto:

NUORO – Biblioteca “S. Satta”, piazza Asproni 8, 08100 Nuoro; tel. 0784/244500 – email: attivitaculturali@bibliotecasatta.it [con 30 biblioteche associate del Consorzio per la Pubblica Lettura]

SASSARI Sistema Bibliotecario Coros Figulinas [Biblioteche Comunali di Usini, Codrongianos, Putifigari, Uri, Ossi, Cargeghe, Ittiri, Florinas, Muros]; Biblioteca Centrosistema: Tissi (SS), via Dante, 5 tel. 079.3888011 email: info@corosfigulinas.it

FEDIC Federazione Italiana dei Cineclub Cineclub di Sassari, via Bellini 7 – 07100 Sassari; tel. 3475148517; email: cineclubsassari@gmail.com

Cineclub di Cagliari

FICC Federazione Italiana dei Circoli del Cinema

Centro Regionale Sardegna – email: info@ficc-sardegna.com – sito: www.ficc-sardegna.com

Per avere informazioni gli interessati possono telefonare o scrivere via email alle tre sedi della Società Umanitaria della Sardegna. Informazioni più dettagliate sul progetto si possono trovare nel sito www.lacinetecasarda.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *