DALLA SARDEGNA AL BRASILE E RITORNO: "SA GRASCIA", IL PRIMO LUNGOMETRAGGIO DEL REGISTA SASSARESE BONIFACIO ANGIUS

la locandina del film
la locandina del film

di Fabio Canessa – Nuova Sardegna

Dalla Sardegna al Brasile e ritorno. «Sa Grascia», il primo lungometraggio del regista sassarese Bonifacio Angius, realizzato completamente nell’isola e presentato in anteprima mondiale alla Mostra del cinema di San Paolo in Brasile, è arrivato in sala a Sassari. La proiezione al cinema Moderno ha costituito un’anticipazione del Sardinia Film Festival che si svolgerà in città dal 28 giugno al 2 luglio organizzato come sempre dal Cineclub. «Sa Grascia» è un surreale “road movie” costruito intorno alla figura di un bambino che attraversa le campagne bruciate dal sole, quelle riconoscibili e tipiche dell’isola in estate, per raggiungere il santuario di sant’Antonio e ringraziarlo di avergli salvato la vita (sa grascia). «In questo film – parole del regista – ci sono la gioia e la malinconia, la vita e la morte, i sogni lontani di personaggi abbandonati in un mondo incomprensibile, confuso e contraddittorio, ma nello stesso tempo chiaro, lucido, un mondo dove non c’è bisogno di spiegazioni, dove tutto accade naturalmente tramite un destino crudele e consolatore, cinico e commiserevole, un mondo dove si mescola sogno e realtà senza mostrarne la linea di confine».Il film, girato nei dintorni di Ploaghe, ha richiesto un lungo periodo di lavorazione, circa tre anni, ed è stato interamente autoprodotto dall’autore con il sostegno dell’Associazione Culturale U.C.I. (Unione Cineasti Indipendenti). Per quanto riguarda il reclutamento del cast tecnico-artistico, questo si avvale del lavoro di maestranze, tecnici, attori, scrittori e musicisti, tutti locali. A partire dalla sceneggiatura, scritta dal regista in collaborazione con lo scrittore Gianni Tetti e con Stefano Deffenu e Marina Satta, fino alla colonna sonora del musicista e compositore Carlo Doneddu. Un modo di fare cinema nell’isola a basso costo, dove lavorano le professionalità locali. Un cinema che vuole essere libero e di qualità. «Sa Grascia» è il primo lungometraggio di Bonfacio Angius che a 29 anni ha già all’attivo anche tre corti presentati in numerosi festival ed è attualmente impegnato nella realizzazione del primo episodio del film «Domenica», che sarà girato a Sassari alla fine di giugno. La proiezione del film è stata preceduta da un’introduzione dello stesso regista, di Francesco Bellu e di Carlo Dessì, presidente del Cineclub Sassari.

Una risposta a “DALLA SARDEGNA AL BRASILE E RITORNO: "SA GRASCIA", IL PRIMO LUNGOMETRAGGIO DEL REGISTA SASSARESE BONIFACIO ANGIUS”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *