WEEK END ARCHEOLOGICO: UN SALTO NEL PASSATO PER SCOPRIRE LE ORIGINI DEL POPOLO SARDO. CON I CIRCOLI “SARDEGNA” E “AMSICORA, APPUNTAMENTI IL 21 MAGGIO A COMO E IL 22 A GROSIO

di LUCA RUIU

SABATO 21 MAGGIO 2022

Aula Magna del Collegio Gallio – Via Gallio, 1 – Como

DOMENICA 22 MAGGIO 2022

Palazzo Besta a Teglio e Rupe Magna di Grosio

Organizzato da Circolo Culturale Ricreativo Sardegna APS di Como e Associazione Culturale Amsicora di

Lecco

In collaborazione con la Società Archeologica Comense e l’associazione Perdas Novas

Con il patrocinio di: Assessorato del Lavoro della Regione Autonoma della Sardegna, F.A.S.I. (Federazione

delle Associazioni Sarde in Italia)

Il Circolo Culturale Ricreativo Sardegna di Como e il Circolo Culturale Amsicora di Lecco, in collaborazione con la Società Archeologica Comense e l’associazione Perdas Novas, hanno organizzato per tutti i propri soci e simpatizzanti un week end dedicato all’affascinante e misteriosa Storia della Sardegna preistorica e nuragica, ma non solo.

SABATO 21 MAGGIO presso l’Aula Magna del Collegio Gallio di Como prenderà il via, a partire dalle ore 17:00, una conferenza dal titolo “ARCHEOLOGIA E ARCHITETTURA DELLA SARDEGNA PREISTORICA E NURAGICA” che vedrà la presenza di illustri relatori.

Moderatore della serata sarà Alberto Pozzi, Vicepresidente della Società Archeologica Comense, che non si limiterà ad introdurre l’evento e a coordinare gli interventi dei vari relatori, ma avrà modo di fornire il suo prezioso contributo essendo un esperto di Megalitismo.

Il Dott. Giorgio Murru, Archeologo e Direttore scientifico del Polo Museale di Barumini e del  Menhir  Museum di Laconi, farà un intervento dal titolo “Spiriti e dèi nella Sardegna Preistorica”  trattando argomenti legati alla simbologia sacra nei graffiti delle domus de janas, dee madri, statue stele fino ai giganti di Mont’e Prama.

A seguire il Dott. Nicola Dessì, Archeologo e Coordinatore scientifico del sito archeologico di Seleni a Lanusei, parlerà di “Archeologia e Architettura prenuragica e nuragica” focalizzando il suo intervento sui monumenti in pietra dell’archeologia sarda, facendo percorrere a tutti i presenti una sorta di viaggio temporale per illustrarne le origine e le tipologie. Si parlerà di dolmen, domus de janas, tombe dei giganti, pozzi e fonti sacre, templi, nuraghi ed altro ancora.

Il Prof. Giulio Magli, Astrofisico, Direttore del Dipartimento di Matematica e docente di Archeoastronomia presso il Politecnico di Milano, farà un intervento sull’Archeoastronomia dell’Età del Bronzo nel Mediterraneo con cenni al sito megalitico di Monte Baranta a Olmedo (Sassari) di cui ha studiato l’orientamento astronomico.

A fine evento, nel rispetto delle restrizioni anti Covid vigenti, verrà offerto a tutti i presenti un rinfresco con la promozione di prodotti tipici sardi.

Si ricorda che l’ingresso è gratuito e aperto a tutti, ma essendo i posti limitati vi è l’obbligo della prenotazione contattando il Circolo Sardegna di Como tramite:

Email: circolosardegna.como@tiscali.it

Telefono/Whatsapp: 370-1351305.

DOMENICA 22 MAGGIO verrà organizzata un’escursione archeologica che prevede due importanti tappe.

Nel corso della mattinata visita a Palazzo Besta a Teglio dove sono custodite statue stele di estremo interesse perché riportano simbologie attinenti con alcuni reperti sardi.

Nel pomeriggio, quando la luce diventa più radente e quindi perfetta per vedere bene i petroglifi, visita alla Rupe Magna di Grosio ovvero il masso istoriato con petroglifi rupestri più grande sinora trovato nelle nostre zone.

Prevista la partenza da Como per le ore 08:30. 

Il Circolo Sardegna, sulla base delle adesioni pervenute, valuterà la possibilità di organizzare il trasporto di tutti gli interessati con il noleggio di un pullman.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.