SULLA LUNGA STRADA PER LA SALVEZZA, IL CAGLIARI DERAGLIA ANCORA: LA FIORENTINA S’IMPONE PER 3-0

Sconfitta per il Cagliari al “Franchi” contro la Fiorentina. I viola si impongono 3-0, capitalizzando una giornata di vena di tutto il complesso, con Saponara in grande evidenza. L’episodio che ha indirizzato la gara, dopo una prima fase equilibrata, al 18′, quando un tocco di mano di Keita su una palla alta ha indotto l’arbitro Rapuano a concedere il rigore su segnalazione del VAR. Biraghi ha sbloccato il risultato dal dischetto, la Fiorentina ha preso fiducia; il Cagliari non è riuscito a reagire, le assenze importanti si sono fatte sentire e strada facendo i rossoblù hanno anche perso per infortunio Caceres e Nandez. Prima della fine del tempo è arrivato il raddoppio di Gonzalez e il terzo gol di Vlahovic ad inizio ripresa con un capolavoro su punizione, ha spezzato ogni idea di riscossa da parte del Cagliari.

Walter Mazzarri deve rinunciare all’ultimo anche a Kevin Strootman, per un leggero affaticamento al flessore. Giocano: Cragno in porta, Caceres, Ceppitelli, Carboni e Lykogiannis in difesa, Zappa, Deiola, Marin e Nandez in mezzo al campo, Joao Pedro e Keita in avanti.

Dopo nemmeno un minuto di gioco, la prima emozione della giornata, con Saponara che vede Terracciano fuori dai pali e cerca di sorprenderlo da metà campo: il portiere recupera la posizione e manda in angolo. Replica immediata del Cagliari con una stoccata di Nandez, disinnescata da Terracciano. All’8′ ancora Nandez in evidenza, “trivela” dalla sinistra in mezzo, Keita è anticipato millimetricamente da un difensore prima del colpo di testa. Pericolosissimi i viola al 10′: giocata di Torreira per Vlahovic in area che difende palla, Bonaventura allarga per Gonzalez, il tiro da ottima posizione dell’argentino sfiora il palo. Minuto 13, la partita si ferma e tutto il pubblico del “Franchi” applaude, ricordando Davide Astori. Al 15′ punizione dalla sinistra di Biraghi, salta Martinez Quarta, palla non lontana dai pali. Al 18′ Cragno esce coi pugni per allontanare un pallone in area sull’attacco di Gonzalez. Sulla stessa azione però l’arbitro, richiamato al VAR, vede un tocco col polso di Keita sullo stacco di Gonzalez: rigore, Biraghi trasforma, spiazzando Cragno. Piove sul bagnato per il Cagliari: Caceres accusa una contusione alla caviglia sinistra, la gara dell’uruguayano finisce qui. Lo rimpiazza Bellanova, con arretramento di Zappa ad esterno basso. Al 32′ Saponara colloca un pallone interessante dalla sinistra in area, salta Gonzalez, colpo di testa che lambisce il palo destro della porta di Cragno. Non riesce più ad uscire il Cagliari, dopo un inizio interessante e di personalità. Non male il cross dalla destra di Bellanova, Nandez si eleva e riesce a toccare di testa verso la porta, Terracciano controlla il pallone sfilare sul fondo. Viola vicini al raddoppio al 38′, quando un tiro a giro di Saponara si infrange sull’incrocio dei pali. Al 40′ Bellanova recupera all’ultimo per anticipare Saponara, pronto al tocco in rete dopo un colpo di tacco di Vlahovic, servito da Gonzalez. Il secondo gol arriva al 42′: Vlahovic lancia sulla corsa Saponara che arriva davanti a Cragno, appoggio per Gonzalez che non ha difficoltà a scaraventare in rete. Dubbi su una posizione di partenza in fuorigioco di Saponara, tutto regolare secondo il VAR. Un tiro di Maleh che sfiora il palo e una bella uscita bassa di Cragno su Vlahovic chiudono il primo tempo. Si va al riposo sul 2-0 per la Fiorentina.

Al terzo minuto della ripresa il terzo gol, merito di una splendida punizione da fuori area di Vlahovic che non dà scampo a Cragno. Poco dop Keita dalla destra centra per Joao Pedro, l’impatto del brasiliano sul pallone non è felice. Ancora Vlahovic ci prova dalla distanza, tiro a giro, di poco alto; quindi il serbo ci riprova su punizione, cambia angolo e sfiora l’incrocio. Triplo cambio nel Cagliari al 58′: Pereiro, Pavoletti e Grassi al posto di Zappa, Keita e Deiola. Nella Fiorentina Castrovilli e Terzic per Maleh e Biraghi: siamo al 67′. Ancora sfortunato il Cagliari, che perde anche Nandez al 70′, dentro Obert, all’esordio in Serie A. Altri cambi nella Fiorentina, Callejon al posto di Saponara; quindi Amrabat e Duncan per Bonaventura e Torreira. All’85’ cross di Gonzalez per la testa di Callejon, stacco dello spagnolo, pallone alto. L’ultima porzione di partita scivola via senza altre note di cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *