PATRIZIA BOI, LA NOSTRA SCRITTRICE DI FIABE, AL CANTAFAVOLE DI SARNO (SA) DAL 21 AL 23 MARZO

Patrizia Boi legge la Fiaba “Il Mascheraio magico” nel laboratorio di Agostino Dessì
di MASSIMILIANO PERLATO

La nostra scrittrice sarda Patrizia Boi – che collabora con la nostra rivista con le Rubriche di Fiabe “Tra Fiaba e Leggenda” e “Animali e Altre Bestie di Sardegna” – è stata invitata dal Comune di Sarno al “Sarno CantaFavola Festival – I edizione” che si svolgerà il 21, 22 e 23 marzo 2019 al Teatro Comunale Luigi De Lise – Piazza 5 Maggio -Sarno (SA.)

L’Autrice, per le sue doti di affabulatrice, aprirà la serata del 22 marzo con la lettura di una fiaba inedita tratta dal suo ultimo romanzo “Mammoy- di Catorchio, Cletus e altre avventure”, illustrato dal genovese Niccolò Pizzorno e in corso di pubblicazione con la Casa Editrice ‘dei Merangoli’. Inoltre, ha donato al Festival altre tre fiabe “Il Pinguino Imperatore”, “La Quercia della Conoscenza” e “Il Mascheraio Magico” (dedicata al Mascheraio di Serdiana Agostino Dessì, famoso in tutto il mondo per le sue maschere in carta pesta), che ha magistralmente interpretato, creando uno spazio per grandi e bambini nella WebTV di “StudioLive24”.

Dopo il suo intervento, seguirà uno spettacolo esilarante – una sorta di Maratona nello stile televisivo Telethon– che consisterà in un alternarsi di esibizioni della “Music Lab Academy Orchestra” e del “TrioTreatro”. La “M.L.A. Orchestra” è una interessante formazione musicale composta da 22 elementi, diretta dal Maestro Carlo Gravina, che accompagnerà il cantante Emanuele Squillante, in arte “Manù. Gli spettatori si vedranno trasportati in un percorso musicale tra le favole ed il jazz,a partire dagli anni 30’ fino ai giorni nostri, tra brani conosciuti ed inediti dello stesso Manù.

Ad intervallare la musica, saranno le gag comiche scritte dai componenti dello stesso “Trio teatrale Treatro” – Manù Squillante, Vincenzo Cerrato e Raffaele Milite– una serie di ironiche favole antiche e moderne presentate con sketch divertenti.

La giornata di sabato 23 marzo riveste grande attesa perché vedrà il debutto campano di “Pinocchio e la sua favola” – in realtà, anche “Mammoy” è una Fiaba che interpreta il mito di Pinocchio in chiave moderna, attraverso un bambino di metallo chiamato Catorchio e le sue avventure -, opera per Voce recitante e Ottetto (sestetto di fiati più percussioni) del Maestro Pericle Odierna, anch’egli cittadino sarnese, il quale ne assumerà anche la direzione d’orchestra.La voce recitante sarà dell’attore abruzzese Corrado Oddi, celebre per aver interpretato ruoli televisivi in molte fiction di successo.

Le vicende più coinvolgenti della Fiaba di Collodi– nella riduzione operata la Miki Belmonte, anche lui concittadino sarnese– saranno accompagnate dalla musica del Maestro Odierna, con un alternarsi al racconto del narratore che si fa interprete dei vari personaggi, recitando e cantando con la sua straordinari mimica, in un incessante integrarsi tra suono e affabulazione.

Un lavoro che sarebbe interessante intraprendere anche con il testo di Patrizia Boi che narra le avventure di “Catorchio”, reinterpretazione in chiave contemporanea del burattino di collodiana memoria.

Lo spettacolo sarà proposto la mattina ai ragazzi delle scuole e replicato la sera con un gran finale alle ore 20.45 per tutti i bimbi e per tutti gli adulti che non hanno perso il contatto con il loro bambino interiore.

Organizzazione: Comune di Sarno – Assessorato Turismo, Eventi  e Spettacolo

Contatti: Assessore Dea Squillante – deasquillante@gmail.com – 3929617818

I biglietti sono in vendita presso gli uffici del Settore 2 – servizi alla persona del Comune di Sarno tutti i giorni negli orari d’ufficio. Inoltre sarà possibile acquistare i biglietti anche presso la biglietteria del Teatro De Lise il 17 marzo dalle 17.00 alle 19.00 e il giorno 22 e 23 dalle ore 19. 30 in poi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *