INCONTRO CON I RAPPRESENTANTI DELL’EMIGRAZIONE SARDA PER PAOLO FRESU A VERCELLI IN OCCASIONE DELLA PREMIAZIONE DEL “VIOTTI D’ORO”

nella foto da sinistra: Sebastiano Tettei, Maurizio Sechi, Paolo Fresu, Dino Musa, Massimo Zaccheddu e Renzo Caddeo

di Sebastiano Tettei

I rappresentanti del mondo dell’emigrazione sarda organizzata del Nord Ovest hanno incontrato al Teatro Civico di Vercelli il musicista Paolo Fresu. E’ stata l’occasione per donargli una targa ricordo con la seguente dedica: “A Paolo Fresu, con riconoscenza per la sua straordinaria carriera musicale, orgoglio di tutti i sardi emigrati. I circoli della circoscrizione Nord Ovest”. L’opportunità si è creata a Vercelli dove la Società del Quartetto ha consegnato l’Oscar della Musica denominato “Viotti d’oro” a Paolo Fresu e Uri Caine, veri portabandiera del jazz da camera. Il trombettista di Berchidda e il musicista americano al pianoforte hanno offerto alla platea uno spaccato della storia del jazz con medley particolari che hanno ricondotto alla musica italiana. Il colpo di fulmine artistico fra i due si è creato 15 anni fa in Sardegna durante la manifestazione “Time in Jazz” organizzata da Fresu. Al termine della serata, con la presenza delle istituzioni locali e degli artisti, i rappresentanti dell’emigrazione sarda hanno offerto un piccolo rinfresco a base di prodotti sardi.

Una risposta a “INCONTRO CON I RAPPRESENTANTI DELL’EMIGRAZIONE SARDA PER PAOLO FRESU A VERCELLI IN OCCASIONE DELLA PREMIAZIONE DEL “VIOTTI D’ORO””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *