“EXTREMOS”, CON L’ARGENTINO LUIS MARZORATTI E IL SARDO FRANCO NONNIS: LA MOSTRA AL MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA “JUAN CARLOS CASTAGNINO” A MAR DE PLATA


di Loredana Manca

Sono state esposte a Mar de Plata in Argentina, le opere curate dalla sottoscritta al Museo d’Arte Contemporanea “Juan Carlos Castagnino”.  Le opere del sardo Franco Nonnis  e dell’argentino Luis Marzoratti, esprimono un impegno profondo e un linguaggio moderno oltreché una riflessione tagliente sul tempo e lo spazio che genera: nulla sfugge alla visione di questi artisti.  Il significato e il potere dell’immagine di fronte all’enigma dell’ignoto, suggeriscono un affascinante viaggio nell’arte contemporanea. Il lavora creato dagli artisti nel contesto e il dialogo tra l’arte e la realtà e si completano a vicenda nelle loro opere. Nonnis, nella sua pittura, disegna una forma di scrittura idiomatica, ispirandosi all’arte tramandata nella bottega del nonno, scultore italiano del novecento, creando personaggi, luoghi ed oggetti di pura fantasia. Autodidatta, Franco Nonnis è, tuttavia, un artista a conoscenza delle tecniche e delle forme d’arte. La sua passione per la pittura, coltivata e cresciuta intimamente, danno la parola alle sue opere, autentiche espressioni di emozione e sofferenza, di questioni politiche, sociali e culturali, con i loro amori e le loro gioie. L’impressione che scaturisce dalla sua pittura è il chiaro riconoscimento del palese messaggio liberante del contenuto più profondo celato della coscienza, senza essere ironica o tragica. Nonnis parla dell’uomo moderno e della condizione umana, senza alzare la voce o emettere sproloqui, solo con l’unicità delle sue immagini simbolo di libertà, coi suoi pensieri e le risoluzioni di tutto il suo lavoro.

Luis Marzoratti riflette sui fenomeni sociali e gli eventi politici con un talento che lo contraddistingue. Egli ha conferito alle sue opere una forza espressiva e una naturalezza che è l’identità della sua pittura. Nel lavoro Marzoratti evidenzia la sua sensibilità. Colto ed intellettuale, con un immaginario che connota l’infanzia e una tecnica grafica molto studiata, Luis con la sua immaginazione rende possibile la coesistenza di elementi e personaggi creati con forte simbolismo. Tra memoria e fantasia, approfondisce i suoi dipinti disegnandogli intorno una particolare realtà, esplorando conseguentemente  miti popolari. La luce e l’armonia generata dalle sue opere, sono senza dubbio quelle che governano questo universo di colori e linee. 

Una risposta a ““EXTREMOS”, CON L’ARGENTINO LUIS MARZORATTI E IL SARDO FRANCO NONNIS: LA MOSTRA AL MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA “JUAN CARLOS CASTAGNINO” A MAR DE PLATA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *