CENTENARIO DELLA BRIGATA SASSARI NELLA GRANDE GUERRA: CON LA FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI SARDE IN ITALIA A UDINE E TRIESTE DAL 7 AL 10 MAGGIO

Piazza Unità d'Italia a Trieste (foto Perlato)

di Serafina Mascia

Giovedì 7 maggio 2015 – Udine  Ore 16.30 – 19.00 – Aula Magna Liceo classico “J. Stellini” – Via Benedetto Cairoli – Udine. Corso di formazione per insegnanti: “Insegnare la Grande Guerra”  (aperto agli studenti che frequentano il Tirocinio Formativo Attivo presso l’Università degli Studi di Udine e di Trieste)

Venerdì 8 maggio 2015 – Udine  Ore 8.30 – 12.00 – Aula Magna Liceo classico “J. Stellini” – Via Benedetto Cairoli – Udine.  Incontro rivolto agli studenti del Liceo classico “J. Stellini”: “Il paese più straziato: la Grande Guerra e la contemporaneità” 

Interventi:       
– Aldo Accardo, Presidente del Comitato Sardo per il Centenario della Grande Guerra 

– Enrico Pino, Generale C.A. (AUS) già comandante della Brigata “Sassari” 

Coordina: Giuseppe Santoro, Preside del Liceo Classico “J. Stellini”

Venerdì 8 maggio 2015 – Trieste Ore 16.00 – Inaugurazione spazio “Sardegna” – Molo IV – Sala Agorà 
Mostra mercato e degustazione della produzione enogastronomica a cura della Coldiretti Sassari, della Camera di Commercio Sassari-Nuoro, della Coldiretti Trieste-Gorizia e della Camera di Commercio Trieste-Gorizia

Sabato 9 maggio 2015  Ore 11.00 – Cerimonia al Sacrario di Redipuglia 

Debora Serracchiani – Presidente Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia 

Francesco Pigliaru – Presidente Regione Autonoma della Sardegna

Sabato 9 maggio 2015, Trieste Ore 16.00 – 18.00 – Convegno “Il futuro delle specialità delle Regioni Autonome” promosso dalla FASI in collaborazione con le Regioni Autonome della Sardegna e del Friuli Venezia Giulia, Trieste, Sala convegni Museo Revoltella – via Diaz, 27

Presentazione del convegno.  Il disegno di riforma costituzionale e la rivisitazione dell’ordinamento giuridico ci impongono una riflessione sul ruolo delle nostre specialità.  Il convegno, cui siete cortesemente invitati a partecipare, affronta queste tematiche con l’aiuto di esperti, per riaffermare il valore della specialità e l’attualità della forma ordinamentale quale contributo responsabile a un Paese che cambia e affronta le sfide. 

Gli obiettivi del convegno. La FASI ha promosso il convegno come momento della celebrazione della Festa ufficiale del Popolo Sardo “Sa Die de sa Sardigna” e lo ha collocato, per ragioni simboliche, a 100 anni dal sacrificio degli eroici fanti della Brigata “Sassari”, a Trieste.  Le Regioni Autonome hanno da tempo prospettato la necessità di una “riscrittura” dei propri Statuti speciali, alla luce dei mutamenti economici e sociali avvenuti in Italia e in Europa dal 1948 ad oggi. Sono indispensabili nuove modalità di auto-finanziamento e nuove forme di contrattazione e di rapporto tra lo Stato e il sistema delle autonomie locali, secondo le esigenze dell’Unione europea.  Il confronto fra rappresentanti (esperti di diritto e presidenti) di due Regioni Autonome, come il Friuli Venezia Giulia e la Sardegna, può chiarire quali maggiori poteri e quale maggiore sovranità servono a una Regione Autonoma per avere più capacità decisionale nel “governare” il proprio sviluppo. 

Programma del convegno. Saluto delle Autorità. Apertura dei lavori 

Moderatore: Francesco Peroni, Assessore alle finanze, patrimonio, coordinamento e programmazione politiche economiche e comunitarie

Relatori: 
– Gianmario Demuro, Assessore degli Affari Generali, Personale e Riforma della Regione Autonoma della Sardegna, Ordinario di Diritto costituzionale dell’Università degli Studi di Cagliari 

– Omar Chessa, Ordinario di Diritto costituzionale e Prorettore vicario dell’Università degli Studi di Sassari 

– Paolo Giangaspero, Ordinario di Diritto costituzionale dell’Università degli Studi di Trieste 

– Elena D’Orlando, Associato di Diritto pubblico comparato dell’Università degli Studi di Udine, Membro della Commissione paritetica Stato-Regione FVG

Conclusioni: Francesco Pigliaru, Presidente Regione Autonoma della Sardegna; Debora Serracchiani, Presidente Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Sabato 9 maggio 2015, Trieste  Ore 21.00 – Recital – Punto Franco Vecchio magazzino – Molo IV – Sala 3 – Trieste

Domenica 10 maggio 2015 – Trieste  Ore 10.00 – Cerimonia sul Colle di San Giusto – Onore ai caduti ; Ore 11.00 – Piazza Unità d’Italia  “Sa Die de Sa Sardigna” dedicata al Centenario della Brigata “Sassari” nella Grande Guerra. Saluti delle autorità presenti 

Interventi:      
– Roberto Cosolini, Sindaco di Trieste 

– Serafina Mascia, Presidente FASI, Federazione Associazioni Sarde in Italia 

– Aldo Accardo, Presidente del Comitato Sardo per il Centenario della Grande Guerra

Ore 12.00 – Piazza Unità d’Italia: Concerto della Banda Brigata “Sassari”; Ore 13.30 – Pranzo sociale FASI–Punto Franco Vecchio magazzino Molo IV – Sala Agorà – Trieste;  Ore 16.00-17.30 –- Punto Franco Vecchio magazzino – Molo IV – Sala 3 – Trieste. 

Esibizione Cori e Gruppo di ballo sardo: Coro di Usini , Coro “Montanaru” di Udine, Coro a Tenore “Sos Emigrantes”,  Gruppo di Ballo Circolo “Amedeo Nazzari”.

Partecipano al Programma generale delle manifestazioni: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Regione Autonoma della Sardegna, Provincia di Trieste, Provincia di Gorizia, Comune di Trieste, Comune di Pordenone, Comune di Udine, Comune di Tolmezzo, Comitato Sardo per il Centenario della Grande Guerra, Comando Forze di Difesa Interregionale Nord, Comando Brigata “Sassari”, Camera di Commercio di Sassari-Nuoro, Camera di Commercio di Trieste-Gorizia, Coldiretti Sassari, Coldiretti Trieste-Gorizia.

4 risposte a “CENTENARIO DELLA BRIGATA SASSARI NELLA GRANDE GUERRA: CON LA FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI SARDE IN ITALIA A UDINE E TRIESTE DAL 7 AL 10 MAGGIO”

  1. Caro Massimiliano, penso che la manifestazione di Trieste sia un grande evento organizzato egregiamente dalla FASI e dalla Presidente Serafina Mascia ed anche dalla collaborazione dell’Associazione dei circoli sardi in FVG.
    Mancano ancora 10 giorni ed anche grazie a te lo sa già tutto il mondo. Quindi i Sardi che lo vogliono, possono ancora partecipare.

  2. da Prato abbiamo organizzato il Pulman si visita il giorno 9 il Sacrario di Redipuglia si mangia e si dorme a Udine dove gli amici del circolo ci hanno trovato la sistemazione e Denica a Trieste ad assistere alla Manifestazione, Maria se vuoi abbiamo ancora qualche posto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *