AL CASTELLO GIUDICALE "ELEONORA D'ARBOREA" DI SANLURI, FRANCESCA CORRIAS PER LA SESTA EDIZIONE DEL "CULTURE FESTIVAL"

Francesca Corrias

di Gian Piero Pinna

Domani primo settembre, al Castello di Sanluri, per l’undicesimo appuntamento della sesta edizione di Culture Festival, si esibirà Francesca Corrias, accompagnata da Stefano d’Anna al sax, Alessandro Di Liberto al pianoforte, Stefano Mundula al contrabbasso e Pierpaolo Frailis alla batteria. Francesca Corrias, cagliaritana, figlia di musicisti, con studi al Conservatorio di Cagliari e a Pisa presso la scuola di musica di Giuseppe Buonamici, è una polistrumentista e cantante, compone anche i suoi brani e se la cava egregiamente col violino, suo primo strumento, col flauto, con la chitarra e le percussioni africane, che contribuiscono a rendere multietnico il suo jazz, aperto alla sperimentazione e alla contaminazione con i generi musicali piùdiversi.

La rassegna ideata da Simone Pittau, continua a regalare il meglio dei musicisti sardi del genere jazz che domani sarà ospitata nella suggestiva location del Castello di Sanluri, sede residenziale del festival itinerante, dove dal 2 al 8 settembre si svolgerà anche la seconda parte delle International Master Class 2013, che è cominciata ad agosto a Santu Lussurgiu, che in questa occasione è dedicata al sax, con un docente di eccezione come Andrew McNeill.

Il curriculum di Francesca Corrias, è un percorso di tutto rispetto: tra gli altri frequenta seminari e workshop di Umbria Jazz e Nuoro Jazz, dove oltre ad esercitarsi sull’improvvisazione musicale, conosce e stringe importanti collaborazioni con artisti corregionali come Paolo Fresu, Gavino Murgia, Rossella Faa ed altri non isolani come David Linx e Daniele Di Bonaventura, volto molto caro al Culture Festival e all’ Orchestra da Camera della Sardegna

L’evento, che avrà inizio alle 21 e sarà ad ingresso gratuito, è organizzato dall’Associazione Sardinia Pro Arte con la direzione artistica di Simone Pittau, il patrocinio artistico della London Simphony Orchestra di Londra e con la collaborazione straordinaria della Cantina Lilliu di Ussaramanna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *