PERCHE' IN QUESTO PAESE NON E' CREDIBILE IMPEGNARSI SENZA UN TORNACONTO PERSONALE? E' IL MOMENTO DI VINCERE LE DIFFIDENZE E BATTERSI TUTTI INSIEME PER I PROPRI DIRITTI

Fabrizio Steri è il Presidente del Comitato per la Continuità Territoriale della Sardegna

di Fabrizio Steri

Se fai una battaglia sociale perchè il tuo senso di giustizia te lo impone, i cittadini sono incapaci di credere che sia completamente spassionata e senza interessi personali. La stampa, all’inizio, ti segue con simpatia ma se inizi a disturbare gli amici del padrone si blocca, si allarma e si ritrae. Gli amici del padrone, i politici, ti seguono con interesse per vedere quanto sei temerario e se puoi tornargli utile. Ma appena capiscono che sei un uomo libero, COMPLETAMENTE LIBERO, e che dici sempre ciò che pensi allora si allarmano anch’essi. Perchè capiscono che tu non sei gestibile. E nel loro linguaggio la tua totale libertà di pensiero e di parola, la tua rettitudine, la tua onestà equivalgono a “inaffidabilità”. Per essi il nemico per antonomasia. E così, verificata la tua “onesta inaffidabilità”, ecco partire i primi editti, che non sono sempre bulgari. A quel punto capisci che hai fatto passi da gigante. Che, da cittadino semplice, hai volato decisamente alto e sei arrivato dove forse neanche immaginavi. Ma a quale prezzo? La solitudine di sicuro. Se va bene stemperata dalla vicinanza di pochi amici, temerari come te, che hanno saputo leggere la tua sincerità e con te la condividono. Tu hai fatto tutto a vantaggio degli altri, gli altri rivolgono tutto contro di te. E allora non puoi non chiederti: vale ancora la pena, in questo mondo dove ancora si premiano i furbi e si isolano gli onesti, combattere per gli altri, quando gli altri, se va bene, non ci sono, se va male ti criticano pure e hanno già deciso, a tua insaputa, che i tuoi scopi sono altri? Quant’è dura. E non hai alternativa alla speranza che la battaglia si risolva in fretta. Perchè solo il padreterno, forse, può reggere a tanta ingiustizia, tanta ignoranza, tanta malafede. I giusti devono sapere che le energie di un onesto non sono mai paragonabili a quelle di chi deve farsi spudoratamente i cazzi suoi. Il bene deve vincere subito, altrimenti il male si organizza, prende il sopravvento e diventa inarrestabile. Con la complicità colpevole di coloro per cui tu hai combattuto sino al giorno prima.

2 risposte a “PERCHE' IN QUESTO PAESE NON E' CREDIBILE IMPEGNARSI SENZA UN TORNACONTO PERSONALE? E' IL MOMENTO DI VINCERE LE DIFFIDENZE E BATTERSI TUTTI INSIEME PER I PROPRI DIRITTI”

  1. Grazie Massimiliano… Questa mia riflessione vedo che sta girando molto. Tutto sommato non volevo neanche fare tanto rumore. Ma se serve per risvegliare le coscienze di quanti sono completamente assenti o parlano senza mai impegnarsi in prima persona, quando non per criticare… ben venga.

  2. Sono dello stesso paese di Fabrizio , e dico cio’ che penso ( come ho sempre fatto), credo poco a chi denigra gli altri partiti ( a qualunque bandiera appartenga ) il nostro paese non ha bisogno di parole ma di fatti completi , e non serve a nullache si dica ha se ci fossi stato io si che avrei fatto meglio , prima bisogna sedersi su qualle agognata poltrona e vedere cosa si è capaci di fare , Fabrizio vuoi essere il sindaco del paese , bene ma io propongo che ci siano anche dei cittadini ( come per un’altro che entrera’ al posto dell’attuale sindaco) dicevo ci siano dei cittadini che guardino anche dietro le quinte e se non fanno quello che hanno detto un calcio e fuori dalla poltrona , mi hanno accusata di essere da una parte soltanto……………Io dico è vero ,SONO DALLA PARTE DI CHI FA DEL BENE AL PAESE …..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *