QUALIFICATA PARTECIPAZIONE DEI VINI DELLA SARDEGNA AL V CONCORSO REGIONALE ENOLOGICO CHE SI E' SVOLTO AD OLLOLAI

suggestiva immagine di Ollolai ricoperta di neve

di Tonino Bussu

Organizzato dal Gal Barbagia, Supramonte, Gennargentu e Mandrolisai, dall’Agriturismo Palai e dall’Associazione PARIS, si è concluso con la proclamazione dei vincitori il 5° concorso enologico tenutosi a Ollolai nella splendida verdeggiante cornice dell’Agriturismo Palai in una luminosa e  ristoratrice giornata estiva. Rispetto agli anni scorsi vi è stata una partecipazione più qualificata e infatti i vini in concorso, una sessantina, erano di alta qualità e  provenienti dalle varie zone dell’isola, segno che la formula è quella giusta. Tra i numerosi produttori e amatori di bianchi e rossi, la commissione, presieduta dall’enogastronomo  Giannetto Lapia ha proclamato i seguenti vincitori:

Per i vini rossi dei produttori il primo premio  è andato al  Soroi, riserva 2008, delle cantine  di Orgosolo( vedi la scheda), mentre il secondo classificato è stato il vino Fedeila della cantina Creccu di Raimondo Frau di Ortueri,, il terzo posto invece è stato attribuito alla cantina Altea Rosso di Serdiana.

Per i vini rossi degli amatori il primo premio è andato a Antonio Mele di Mamoiada, il secondo classificato è stato Pietrino Cossu di Orgosolo, mentre terzo è risultato Peppino Corda di Orgosolo.

Per i vini bianchi dei produttori si è aggiudicato il primo premio  Giovani Sanna di Sant’Anna Arresi, mentre si è classificato al secondo posto la cantina Loddo di Ortueri e al terzo la cantina Creccu di Raimondo Frau sempre di Ortueri.

Il primo premio per i bianchi amatori è andato a Andrea Cabiddu di Mamoiada e secondo si è classificato  Tonino Canneddu sempre di Mamoiada.

La commissione, oltre che dal presidente Giannetto Lapia, uno dei più affermati enogastronomi in Sardegna, maestro sommelier e giornalista, era composta da qualificati esperti del settore che andavano dalla sommelier AIS Vanna Deiana, responsabile ufficio DOC della Camera di Commercio di Nuoro, al prof. Tonino Arcadu, chimico, enologo e responsabile della Cantina Gostolai di Oliena, dai delegati ONAV di Oristano Quirico Mura e Giuseppe Carlini alla sommelier AIS e ristoratrice  Paola Pellegrino di Siniscola e al giovane sommelier ed enologo Giovanni Frau di Ollolai.  Il concorso è stato un successo per la numerosa partecipazione sia di produttori che di amatori che hanno potuto confrontarsi tra di loro incoraggiati poi dai qualificati giudizi della commissione esaminatrice che ha potuto apprezzare la complessiva medio-alta qualità  dei vini, nonostante la crisi che investe anche questo importante settore dell’economia sarda. Dopo questo successo gli organizzatori stanno già pensando al 6° concorso enologico regionale dove verranno coinvolti ulteriori produttori e amatori che vorranno, oltre che farsi conoscere, affinare le tecniche  nella vinificazione per ottenere migliori e più qualificate produzioni vinicole. Il pubblico, durante le fasi finali del concorso, ha degustato e assaggiato i gustosi formaggi, la ricotta e i salumi di vario genere  offerti dall’azienda  Fattorie del Gennargentu di Bachisio Falconi, oltre che  numerosi vini dei vari partecipanti al concorso.. Mentre gli enologi e sommelier procedevano alla selezione dei vini vi è stato un interessante convegno sui rapporti tra lo sviluppo delle Zone interne e il ruolo del GAL in riferimento soprattutto alle misure per il sostegno dell’artigianato. Dopo il saluto  di Tonino Bussu hanno partecipato al dibattito, dinanzi a un folto e attento pubblico, il presidente del GAL Barbagia.Supramonte Mandrolisai Gennargentu Bachisio Falconi, l’agente del GAL Gianfranco Garippa, la direttrice del GAL Alessandra Persico, il vicepresidente del Gal e sindaco di Belvì Rinaldo Arangino. Mentre il presidente Bachisio Falconi ha illustrato tutte le attività e interventi che il Gal ha in cantiere, soffermandosi molto sul miglioramento della qualità delle aziende e del tenore di vita nelle Zone interne, Gianfranco Garippa ha evidenziato le opportunità che certe misure dell’Unione Europea danno agli artigiani sia per riqualificare le loro aziende sia per la creazione di nuove imprese attraverso i finanziamenti del GAL. Alessandra Persico invece ha precisato le opportunità per lo sviluppo del turismo e dell’accoglienza. Il vice presidente del Gal e sindaco di Belvì Rinaldo Arangino ha messo l’accento sul ruolo dei Comuni, delle associazioni e dei cittadini nel contribuire anche a migliorare e rettificare le linee di intervento del Gal adattandole alla realtà locale. Gli interventi del pubblico hanno animato un interessante e produttivo dibattito.  E’ stata una giornata molto partecipata dove al vino si accompagnavano i vari piatti tipici della nostra gastronomia e contemporaneamente si rivisitavano le problematiche economiche e sociali ancor presenti nelle nostre comunità per tentare di trovare soluzioni nuove a vecchi ritardi storici- afferma Tonino Bussu presidente della Associazione Paris. Dopo il successo di quest’anno e degli anni precedenti intendiamo riproporre il concorso anche per gli anni successivi perché ci permette di conoscere meglio i vini, ma anche i piatti tipici che prepariamo e che incantano sempre i visitatori e turisti- sostiene Michele Bussu, gestore dell’azienda Agrituristica Palai a Ollolai L’Associazione Paris ha finora organizzato(dal 2005 in  poi) una decina di eventi, tra cui i cinque concorsi enologici, durante i quali sono stati predisposti  numerosi convegni sui nostri migliori e squisiti prodotti agroalimentari, sulle eccellenze vitivinicole della Sardegna e sulle prospettive e opportunità di sviluppo delle Zone Interne.

Scheda del vino ‘SOROI’

Il vino rosso che quest’anno ha vinto il primo premio nel 5° Concorso enologico organizzato nell’Agriturismo Palai, grazie all’impegno del Gal BSGM  e dell’Associazione PARIS, si chiama Soroi, delle cantine di Orgosolo, riserva dell’annata 2008. Soroi è un ottimo gradevolissimo cannonau che raggiunge una notevole gradazione alcolica, viene vinificato in purezza da uve selezionate per provenienza e qualità nei vigneti delle vallate di Locoe e Sorasi di Orgosolo. E’ apprezzato dagli estimatori sia nei ristoranti che tra i privati.

 

Una risposta a “QUALIFICATA PARTECIPAZIONE DEI VINI DELLA SARDEGNA AL V CONCORSO REGIONALE ENOLOGICO CHE SI E' SVOLTO AD OLLOLAI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *