IL LAVORO DI "TOTTUS IN PARI" AL CONGRESSO F.A.S.I. DI ABANO TERME: POSSO LAMENTARMI ANCH'IO, UNA VOLTA TANTO?

parte della Stampa al Congresso FASI. Da sinistra: Massimiliano Perlato, Paolo Pulina, Gianni De Candia

di Massimiliano Perlato

Consentitemi una volta tanto di parlare di me e delle fatiche del mio lavoro.  Ad Abano Terme, ho occupato la postazione al tavolo della stampa fin dal primo pomeriggio di venerdì 21 ottobre. Mi sono allontanato dal mio computer solo per qualche minuto di ciascuna sessione dei lavori.Paolo Pulina, in quei minuti, ha perfezionato la sintesi che io avevo già buttato giù dei vari interventi. Nelle pause dei lavori ho predisposto gli elementi essenziali del resoconto finale (comunicato stampa di ampia dimensione), mi sono ricopiato l’intervento scritto di Filippo Soggiu e l’articolo di Pier Giorgio Pinna uscito sulla “Nuova Sardegna” di sabato 22. Quasi sempre ho preso appunti degli interventi direttamente al computer e qualche  volta a penna quando il mio computer era utilizzato da Pulina per  incombenze urgenti relative allo svolgimento dei lavori. Lunedì mattina 24, coadiuvato per alcune parti da Pulina (anche lui ha preso una giornata  di ferie come me), ho rivisto tutti i testi che poi, aiutato da Valentina,  ho impaginato in tempo utile perché il numero di “Tottus in Pari” n. 368  non solo comparisse nel Blog in serata ma fosse inviato a tutta la mia lunghissima mailing list.  Ora, dopo quattro giorni di lavoro volontario al servizio del quinto Congresso della FASI, non è che uno si aspetta plausi particolari: sappiamo che la ricompensa migliore per il volontario è la soddisfazione di aver fatto un buon lavoro. Però neanche sono giustificate critiche per il fatto che uno ha dimenticato qualche foglietto con gli appunti di qualche intervento! Chiedo scusa, ma, invece che lamentarsi, non è meglio mandare poche righe di sintesi? “Tottus in Pari” non ha mai lesinato lo spazio a nessuno! Alberto Mario De Logu mi ha scritto che non ha mandato nessun messaggio ma, se compare tra coloro che hanno inviato un saluto  (magari solo attraverso  una telefonata a Mulas), non è che posso essermela inventata io l’informazione: sarà stata data da chi,  tra i componenti dell’ufficio della presidenza dell’assemblea congressuale, era abilitato a dire queste comunicazioni al microfono.  Alberto Mario De Logu ha inviato la sua precisazione (riguardo a quella che comunque lui stesso  considera “una sciocchezza”) ma ha anche scritto: “Caro Massimiliano, ho letto l’ultimo numero sul congresso FASI, come al solito un piacere da leggere, siete pure meglio dei quotidiani paludati!”. Un complimento di non poco conto, visto che viene da uno scrittore, da un giornalista che scrive su “quotidiani paludati”. Domenico Scala ha scritto un messaggio breve ma significativo: “Grazie al tuo turbo ho avuto delle buone notizie anche sul Congresso FASI”. E Domenico Scala ne ha fatti e visti di Congressi di Federazioni di Circoli sardi! Scusate lo sfogo, ma qualche volta bisogna pure reagire all’insensibilità che alcuni dimostrano di avere  rispetto alle fatiche (volontarie) degli altri. Anche io ho un ego cui rendere conto! O non è concesso? Quindi, tottus in pari, convinciamoci che lamentarsi è la cosa più facile di questo mondo. Ma questo ragionamento vale per tutti e quindi per ciascuno di noi. Aspetto quindi le integrazioni sintetiche di chi è stato “dimenticato” in un resoconto che  – almeno questo penso che lo si possa capire –  non costituisce la pubblicazione integrale degli atti del quinto Congresso di Abano Terme.

9 risposte a “IL LAVORO DI "TOTTUS IN PARI" AL CONGRESSO F.A.S.I. DI ABANO TERME: POSSO LAMENTARMI ANCH'IO, UNA VOLTA TANTO?”

  1. Bravo Massimiliano, e bravi tutti voi che avete condotto questo Congresso sugli emigrati sardi. Ogni impegno e ogni lavoro, specie se fatti per gli altri, è degno di gratitudine. Se i nostri emigrati sono dei lavoratori, voi siete gli "operai" dell’informazione che ci riguarda tutti. A te, Massimiliano, e al TIP, che fin da quando vi conosco, mi avete testimoniato come si fa informazione sugli emigrati, un complimento particolarissimo anche da un emigrato atipico come il sotto-scritto, che, per motivi vari, non appartiene a nessun Circolo. Sono un extracomunitario… E auguri cordiali di buon lavoro a te e al nuovo direttivo. Il bello comincia adesso!! Perché, naturalmente, noi emigrati staremo a vedere come si traducono le parole in fatti concreti. Complimenti e auguri speciali di buon lavoro alla nuova presidente signora Maxia. Buon… viaggio!
    Vitale Scanu

  2. Max, la tempestività e la qualità con le quali hai reso disponibile una gran mole di informazioni sul Congresso mi ha lasciato a bocca aperta. Almeno dopo aver letto il tuo giusto sfogo, non posso non esprimerti tutto il mio apprezzamento. Grazie davvero… e tieni duro! 😉
    Luca

  3. Purtroppo, a certa gente, pare che gli sia tutto dovuto e non si mettono nei panni di chi fa sacrifici, senza fini di lucro e magari ci rimette anche di tasca sua, per poter dare il meglio che si può!
    Vai avanti,Massimiliano, non sono tutti così: per ogni uno che si lamenta ce ne sono cento che plaudono!
    Buon lavoro.
    Cari saluti.
    Gavino

  4. Caro Massimiliano
    ho sempre ringraziato per il tuo enorme lavoro con TOTTUS IN Pari, utile supporto sempre all’ascolto del mondo degli emigrati in tutto il mondo, per le sue qualità di informazione ma sopratutto APERTO a ogni forma di espressione e comunicazione. Colgo ancora l’occasione per sottolineare che il tuo impegno e professionalità và oltre il normale volontariato che meriterebbe un riconoscimento concreto dalle varie istituzioni.
    Nel leggere i commenti dei “non menzionati o l’ordine di classifica degli eletti”; anch’io ho avuto l’impressione che abbiano sottovalutato tutto il tuo impegno e energie consacrate a questo incontro, quindi lamentati e spero lo farai più spesso!
    Per i vari articoli e nomine invio un’augurio generale a Presidenti e Associazioni, che sappiano ascoltare veramente i giovani e le attuali esigenze dei sardi in qualsiasi posto risiedano, che si facciano programmi più concreti per fare in modo che questa rete di comunicazione tramite i circoli sia utile a TUTTI, compresa la Sardegna.
    Saluti e buon lavoro
    giusy Porru

  5. Ciao Massimiliano, grazie per il tuo comprensibile sfogo che rende il tuo lavoro ancora più prezioso
    e importante visto la quantità delle informazioni che devi sintetizzare in poco spazio e in pochissimo
    tempo. Ti regalo un motto che ti può consolare: per aspera ad astra. traduco – attraverso le difficoltà
    si arriva alle stelle.
    Per quanto mi riguarda hai un caffè pagato. (e pure la brioche).
    A presto e buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *