INIZIATIVA DEI CIRCOLI DEGLI EMIGRATI SARDI DEL PIEMONTE CON IL PRIMO FESTIVAL DI MUSICA ETNICA ORGANIZZATO A NICHELINO DALL'ASSOCIAZIONE "GENNARGENTU"


di Salvatore Fois

All’inizio di dicembre il circolo “Gennargentu” di Nichelino in collaborazione con i circoli “Su Nuraghe” di Alessandria, “Kinthales” di Torino, “Sa Rundine” di Bollengo e “Quattro Mori” di Rivoli ha realizzato il 1° festival di musica etnica a cura dei giovani della circoscrizione Nord/Ovest della FASI. con il patrocinio della Regione Sardegna, la Fasi e la Città di Nichelino. La manifestazione, è stata preparata con delle riunioni apposite con i giovani dei circoli che hanno voluto partecipare, anche in prospettiva di quel ricambio generazionale ormai improrogabile per la continuità dell’attività e l’esistenza dei Circoli.

La serata è incominciata davanti a una cornice di pubblico delle grandi occasioni, il Teatro Civico Superga, ancora una volta, a seguito delle nostre manifestazioni ha registrato un grande afflusso di Soci e amici della Sardegna che sono stati gratificati dalla musica e dal balletto sardi alternati da musica e canti argentini da parte della nostra giovane “conterranea” Eliana Sanna, nata in Argentina da genitori sardi.

La manifestazione ha avuto inizio dopo i saluti del presidente del circolo Gennargentu, Salvatore Fois, che ha rivolto a tutti i convenuti il proprio saluto in lingua “sarda” un discorso rivolto ai giovani che sono, è stato rimarcato l’avvenire non solo del paese ma in primo luogo dei circoli che hanno urgente bisogno del ricambio generazionale per conservare i circoli in attività e salvaguardare nella continuità anche la nostra identità di sardi fuori dall’isola.

Sono seguiti i saluti alla comunità sarda residente nella città che ci ospita da parte dell’Assessore alla Cultura in rappresentanza della giunta comunale, e poi a seguire vari Assessori  e l’Assessore alle attività giovanili della Città di Nichelino.

La manifestazione è stata valorizzata anche dalla presenza di una troupe televisiva del TG 3 che ha voluto testimoniare la presenza dei sardi e le loro attività anche a distanza rimarchevole dall’Isola.

Il programma sarà poi messo in onda dal TG 3 sia in Piemonte che in Sardegna.

La serata si è conclusa a tarda sera con soddisfazione di tutti per lo spettacolo offerto dai nostri giovani cantautori Gian Luca Cotza e Massimo Zaccheddu sardi di seconda generazione nati in Piemonte , ma con un padronanza della lingua sarda tanto da scriverla e cantarla.

I giovani del Gruppo Folk di Rivoli hanno ballato i balli tradizionali sardi .

Il clou della serata è stato lo spettacolo offerto dalla cantante sarda/argentina che ha mandato in visibilio tutti gli intervenuti con le sue canzoni tradizionali sarde e alcuni brani argentini.

5 risposte a “INIZIATIVA DEI CIRCOLI DEGLI EMIGRATI SARDI DEL PIEMONTE CON IL PRIMO FESTIVAL DI MUSICA ETNICA ORGANIZZATO A NICHELINO DALL'ASSOCIAZIONE "GENNARGENTU"”

  1. Scrivo da Bolotana (prov. Nu), mi definiscono un operatore socio-culturale e faccio teatro con i bambini, prevalementemente. Sollecitatata senz’altro dal lavoro che scarseggia in “patria”, ma anche perchè quest’idea l’ho nel cassetto da vari anni, volevo propormi per l’attivazione di laboratori in “limba” presso di voi, con i bambini che in qualche modo hanno legami con la Sardegna, per arrivare, dopo una settimana di percorso intensivo, a produrre una rappresentazione teatrale aperta al pubblico. Potrebbe essere un percorso di memoria storica in cui anche i nonni e parenti in genere potrebbero trovare una collocazione, sia come attori, che come linguisti…e altro.
    Qualcosa sul mio lavoro la trovate su fb, poche le immagini con bambini per la tutela della privacy…
    Grazie Franca Becciu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *