SCOMPARE LA MITICA SPIAGGIA DI CALA LUNA: UNA MAREGGIATA HA CANCELLATO IL PARADISO

Cala Luna nel massimo splendore
Cala Luna nel massimo splendore

ricerca redazionale

Cancellata la spiaggia di Cala Luna. Un violento nubifragio e una mareggiata hanno fatto scomparire il famoso arenile. La sorpresa l’hanno trovata molti escursionisti, soprattutto tedeschi, spagnoli e francesi che hanno raggiunto Cala Luna dopo una lunga camminata da Cala Gonone, dal momento che le barche erano bloccate dal mare grosso. L’enorme quantità d’acqua arrivata dall’entroterra di Baunei e Urzulei nella Cudula e la contemporanea mareggiata hanno ripetuto ciò che era successo qualche anno fa. Allora fortunatamente tutto era poi tornato alla normalità. E sicuramente sarà così anche questa volta, perchè, come dicono gli esperti, «la natura prende ma poi rende». Intanto però è una sensazione strana vedere che nella grande insenatura tra le due montagne, mare e fiume sono diventati un tutt’uno: di spiaggia si intravede solo una piccola striscia centrale, tutto il resto è stato inghiottito dalle acque. L’ultimo allarme scomparsa si era verificato nel 2004, quando una situazione meteorologica analoga aveva spazzato via la sabbia. L’evento, sorprendente per la sua violenza, è comunque un fenomeno naturale. Cala Luna è forse l’unica spiaggia del mediterraneo che può ritenersi una “spiaggia viva”, questo è il termine per far capire le dinamiche sulla percezione ecologica dell’ambiente, che avvengono a Cala Luna senza l’intervento dell’uomo. È la forza dell’acqua. Questi eventi atmosferici straordinari ma ciclici creano un fenomeno ormai raro per le zone antropizzate come il Mediterraneo occidentale: il ripascimento naturale della spiaggia. Infatti i detriti vengono portati per diversi chilometri dall’entroterra al mare con la forza del fiume. Successivamente durante l’inverno le mareggiate plasmeranno una nuova spiaggia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *