PER LA MOSTRA SULLA "BRIGATA SASSARI", GRANDE PARTECIPAZIONE POLITICA SIA SARDA CHE LOMBARDA

al taglio del nastro, visibili Ignazio La Russa, Ugo Cappellacci, Stefano Maullu
al taglio del nastro, visibili Ignazio La Russa, Ugo Cappellacci, Stefano Maullu

ricerca redazionale

La mostra «I Diavoli Rossi: il contributo della Brigata Sassari all’Unità d’Italia» esposta al Museo del Risorgimento di Milano ha ricostruito la storia e le origini della Brigata Sassari. Attraverso un percorso di 31 pannelli tra quadri, foto, reperti e materiali storici sono stati descritti i luoghi dove i reggimenti sardi diedero prova del proprio valore e i personaggi che con il loro eroismo alimentarono il mito della Brigata Sassari quali il Capitano Emilio Lussu, il Tenente Alfredo Graziani, il Maggiore Giuseppe Musinu e i nove “Sassarini” decorati con la Medaglia d’Oro al Valor Militare. “Lo scopo principale della mostra è quello di trasmettere, soprattutto alle giovani generazioni, il patrimonio storico dei leggendari “Diavoli Rossi”, che in un momento difficile per le sorti del Paese seppero mettere da parte gli interessi personali per il bene comune e diedero prova di orgoglio, carattere e senso del dovere, per coronare il sogno di un Unità Nazionale a lungo perseguito dagli Eroi del Risorgimento. La storia della “Brigata Sassari” non viene vista come un pezzo di storia militare, ma come una pagina di storia contemporanea della Sardegna, che attesta il sacrificio, il valore e la fierezza di questo corpo. Uno straordinario caso a cui abbiamo voluto dedicare un articolato progetto nella speranza che possa servire come esempio per i ragazzi di oggi e di domani.” Con queste parole Stefano Maullu, che ha promosso l’iniziativa, ha presentato la Mostra inaugurata alla presenza del Ministro della Difesa Ignazio La Russa, del Presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci, dell’Assessore della Regione Sardegna Maria Paola Corona e del Presidente della Provincia di Milano Guido Podestà, presso il Museo del Risorgimento di Milano in Via Borgonuovo 23, in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia. La mostra è stata realizzata su progetto di Lucia Romaniello, del comitato milanese dell’ Istituto per la Storia del Risorgimento e di Antonio Pinna, direttore del Museo storico della Brigata Sassari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *