La sessantesima edizione a Sassari della "Cavalcata Sarda"

ricerca redazionale

La Cavalcata Sarda compie quest’anno sessant’anni. La sfilata è diventato un appuntamento irrinunciabile dal 1951, anno in cui Sergio Costa, allora presidente dell’Ente provinciale per il turismo, decise di riesumare una vecchia tradizione isolana, quella di accogliere gli ospiti con una sfilata in costume.

Sono 60 i gruppi folk che domenica prossima parteciperanno alla sessantesima edizione della Cavalcata Sarda in rappresentanza di 58 paesi. Sfileranno 19 gruppi a cavallo, per un totale di 300 destrieri che sfileranno per le vie cittadine. A cavallo ci saranno anche i Carabinieri in alta uniforme e ad aprire il lungo elenco dei partecipanti al corteo anche i motociclisti della polizia municipale, il gremio dei Massai, la banda musicale ”Città di Sassari”, il corpo bandistico ”Luigi Canepa” e il gruppo ospite Lothian & Borders Police Pipe Band, proveniente quest’anno da Edimburgo in Scozia. Per la 60 esima edizione l’amministrazione comunale ha scelto di celebrare l’evento promuovendo venerdì 22 una serata di canti e balli nella suggestiva cornice dell’altare preistorico di Monte d’Accoddi con le launeddas di Luigi Lai, i Tenores di Bitti e il coro ”Ilune” di Dorgali. Sabato 23 e Domenica 24 in programma il tradizionale appuntamento con la rassegna di canti e danze popolari della Sardegna: in piazza d’Italia a partire dalle 18 si esibiranno 74 gruppi che proporranno il meglio del repertorio musicale e coreografico isolano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *