I CORTOMETRAGGI DI “VISIONI SARDE” E “L’AGNELLO” DI MARIO PIREDDA  AL FESTIVAL DEL CINEMA DI BILBAO DAL 12 AL 16 SETTEMBRE

di BRUNO MOSSA

Dal 12 al 16 settembre Bilbao accoglierà il miglior cinema italiano contemporaneo grazie alla  6ª edizione di ZINECITTÀ | Festival de Cine Italiano.

L’evento è promosso da Euskaditalia, centro ufficiale di cultura italiana il cui obiettivo è mostrare al pubblico basco le principali novità di successo del cinema italiano, con il patrocinio di ZINEBI, Festival Internacional de Cine Documental y Cortometraje de Bilbao, Carpano, e in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, Bilborock (spazio per cinema e concerti) e HEOI ( Escuela Oficial de Idiomas).

Nel manifesto ufficiale del Festival è stato inserito il logo della Regione Autonoma della Sardegna, quello della Fondazione Sardegna Film Commission e della Cineteca di Bologna a significare la crescente considerazione goduta dal cinema sardo sul piano internazionale.

La nuova edizione rende omaggio al grande intellettuale italiano Pier Paolo Pasolini, con il motto “il cinema è vita” e con la proiezione del film La macchinazione diretto da David Grieco, e a uno dei registi italiani più amati e affermati, Pupi Avati, con una retrospettiva che comprende tre dei suoi capolavori: Un ragazzo d’oro, Il papà di Giovanna e La seconda notte di nozze.

L’edizione 2022 é composta da una sezione ufficiale, durante la quale verrà proiettato il meglio della produzione cinematografica italiana post-pandemia. Tra i film selezionati, possiamo contare su Tre pianidi Nanni Moretti, candidato alla Palma d’Oro a Cannes.

Lunedì 12, giorno dell’apertura del Festival, si svolgerà la proiezione dei cortometraggi di punta della Sezione “Visioni Sarde”.

Al Salón de Actos, HEOI, alle ore 17:30 saranno proiettati Di notte c’erano le stelle di Naked Panda, Il Pasquino di Mira, Alessandra Atzori, Milena Tipaldo, Il volo di Aquilino di Davide Melis, L’ultima Habanera di Carlo Costantino Licheri, Marina, Marina! di Sergio Scavio, Un piano perfettodi Roberto Achenza, Margherita di Alice Murgia, L’uomo del mercato di Paola Cireddu.

I cortometraggi verranno quindi  valutati da una giuria italo-basca, composta da professionisti del cinema basco e da una giuria popolare, composta da cittadini in possesso di una buina conoscenza dell’italiano, che premierà il miglior cortometraggio.

Martedì 13 alle 11:00 sarà proiettato presso Euskaditalia L’Agnello di Mario Piredda.

Sullo sfondo di una Sardegna aspra e inquinata, L’agnello racconta la storia di Anita, un’adolescente che lotta contro tutto e tutti per ricucire i rapporti familiari e salvare il padre, gravemente malato

Giovedì 15 è in programma un incontro online con Sardegna Film Commission. Seguirà la proiezione Un ragazzo d’oro di Pupi Avati  e Gli anni più belli di Gabriele Muccino.

Venerdì 16 alle ore 19.00 nella sala Bilborock sarà presentato il Corto Vincitore della Sezione Visioni Sarde, con l’autore in collegamento online. Seguirà la proiezione di Tre piani di Nanni Moretti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.