L’EXPLOIT DI MASSIMILIANO LUIU AI MONDIALI UNDER 20 DI NAIROBI: E’ MEDAGLIA D’ARGENTO NEL SALTO IN ALTO

Massimiliano Luiu

Quella di Luiu è stata una gara senza errori fino alla quota decisiva, e l’azzurro si migliora di un centimetro nell’occasione più importante della stagione. Il 19enne sardo è protagonista di un percorso netto con cinque salti riusciti iniziando a 2,00 per proseguire con 2,06 e 2,10, poi 2,14 e 2,17 prima di tre errori a 2,19. Si presentava in pedana con l’undicesimo accredito in base ai record personali (2,16 realizzato a metà maggio) e chiude al secondo posto il portacolori della Libertas Sassari, 195 centimetri di statura, cresciuto sotto la guida tecnica di Crescenzio Carboni.

Un mese fa agli Europei U20 di Tallinn era stato il primo degli esclusi dalla finale con 2,13 mentre nel 2019 in maglia azzurra Luiu si era piazzato quarto da allievo a Baku, nel Festival olimpico della gioventù europea. Se l’israeliano Kapitolnik fa doppietta d’oro e cresce di un centimetro, scende invece di un gradino il polacco Kolodziejski, già argento alla rassegna continentale, che deve ricorrere alla terza e ultima prova per superare 2,17. L’azzurro ha cominciato presto con l’atletica, all’età di sette anni, praticando il mezzofondo prima di passare all’alto, ma da piccolo si è divertito anche con il ballo latino-americano. È la prima medaglia azzurra nell’alto maschile ai Mondiali under 20, ma sempre a livello giovanile va ricordato l’oro iridato under 18 di Stefano Sottile nel 2015. Ora l’augurio è che ‘Gimbò Tamberi abbia trovato un erede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *