UNA MEGA PRODUZIONE PER REALIZZARE IL FILM DEL CLASSICO D’ANIMAZIONE: LA SIRENETTA EMERGERA’ DALLE ACQUE DI SANTA TERESA DI GALLURA

di DARIO BUDRONI

La principessa mezza donna e mezza pesce nuoterà dove il mare è più limpido e cristallino. E quando poi tornerà su, e metterà la testa fuori dall’acqua, potrà perdere il suo sguardo in un nuovo mondo fatto di macchia mediterranea e rocce scolpite dal vento di maestrale. La sirenetta della Disney, tra qualche mese, prenderà casa nei fondali della Sardegna. E precisamente in quelli del nord dell’isola.

La sua base sarà Santa Teresa di Gallura, ma non è da escludere qualche nuotata anche nei mari di Castelsardo e Golfo Aranci. Il nuovo live action della Disney, che sarà il remake della Sirenetta, il celebre film d’animazione uscito nel 1989, sarà infatti girato in buona parte proprio nell’isola, tra i mesi di giugno e di luglio, ovviamente pandemia permettendo. Insomma, a tre anni dal grande set allestito da George Clooney a Olbia, la Sardegna si conferma sempre più come una delle migliori location per le grandi produzioni cinematografiche.

La Disney ha annunciato il remake della Sirenetta già qualche anno fa. È la nuova strategia della multinazionale statunitense: riportare al cinema i suoi grandi classici in chiave però più moderna, mettendo gli attori in carne e ossa e la grafica computerizzata al posto dei disegni animati. È già successo, tra i tanti, per “Il re Leone”, “Mulan”, “Cenerentola”, “Il libro della giungla”, “Alice nel paese delle meraviglie”, “La Bella e la Bestia”, “Dumbo” e “Aladdin”.

Adesso, dunque, è arrivato il momento della “Sirenetta”, uno dei cartoni più amati di sempre. Le riprese sarebbero dovute cominciare già da tempo, ma la pandemia ha costretto i produttori a posticipare il primo ciak. Secondo alcuni siti specializzati, comunque, le prime riprese avrebbero già preso il via, però non ancora in Sardegna. I dettagli, come succede in questi casi, sono ancora pochi, ma si sa che la regia è affidata all’americano Rob Marshall, mentre a interpretare Ariel, cioè la sirenetta protagonista della storia, sarà la giovane Halle Bailey.

Da qualche giorno, nel nord Sardegna, si registrano movimenti un po’ sospetti. È la macchina della produzione cinematografica che si sta mettendo in moto. A Santa Teresa, per esempio, si starebbero svolgendo alcuni sopralluoghi dedicati allo studio delle location più adatte. La base, sia logistica che delle riprese, sarebbe infatti proprio la zona di Santa Teresa di Gallura, con il suo mare e le sue spettacolari ambientazioni naturali. C’è da dire, inoltre, che, nell’estate del 2018, all’interno dei confini dello stesso Comune, e precisamente sulle rocce di Capo Testa, erano state girate anche delle scene di Catch-22, la serie tv di George Clooney che come base aveva l’aeroporto dismesso di Venafiorita, a Olbia. Secondo alcune indiscrezioni, inoltre, altre scene della Sirenetta saranno girate pure lungo la costa che dalla punta della Sardegna scende giù verso Castelsardo. E non è da escludere che qualche ciak si terrà anche nel territorio di Golfo Aranci che, a dir la verità, una sirenetta ce l’ha già: è la statua meccanica di bronzo che, dal 2013, entra ed esce dall’acqua cantando.

Il nuovo film della Walt Disney, comunque, non sarà girato soltanto in Sardegna. Altre scene, per esempio, saranno riprese sia in Inghilterra che a Roma, negli studi di Cinecittà. Invece nell’isola, con la collaborazione di alcune importanti agenzie cinematografiche italiane, il set sarà allestito dai primi di giugno ai primi di luglio, naturalmente nel rispetto di tutti i protocolli sanitari. In Gallura, per quel periodo, sono attese circa 350 persone, tra attori, membri dello staff e comparse. Ovviamente è impossibile sapere quali scene saranno girate in Sardegna, ma è probabile che, per l’occasione, verranno utilizzate anche delle imbarcazioni d’epoca.

La regia del nuovo film, dunque, è affidata a Rob Marshall, classe 1960, il regista di film di grande successo come “Chicago”, “Memorie di una geisha”, “Nine”, “Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mondo”, “Into the woods” e “Il ritorno di Mary Poppins”, questi ultimi tre prodotti sempre dalla Disney. A interpretare Ariel sarà invece Halle Bailey, classe 2000, nata come cantante, per la prima volta alle prese con un lavoro così importante. A indossare la pinna di Re Tritone sarà lo spagnolo Javier Bardem, classe 1969, premio Oscar nel 2008 come miglior attore non protagonista per il film “Non è un paese per vecchi”. Per quanto riguarda Ursula, invece, è stata scelta Melissa McCarthy, classe 1970, nota anche per il suo ruolo in “Una mamma per amica”. Come riportano i numerosi siti dedicati al mondo del cinema, nel cast (alcuni presteranno solo la voce) ci saranno anche Jonah Hauer-King, Jacob Tremblay, Daveed Diggs e Jessica Alexander. Secondo alcune indiscrezioni, la trama della Sirenetta sarebbe in parte diversa da quella su cui si regge il film d’animazione del 1989. Tra le altre cose, per esempio, Ursula, la strega del mare con i tentacoli da polpo al posto delle gambe, figurerà come la zia della giovane Ariel.

https://www.lanuovasardegna.it/

Una risposta a “UNA MEGA PRODUZIONE PER REALIZZARE IL FILM DEL CLASSICO D’ANIMAZIONE: LA SIRENETTA EMERGERA’ DALLE ACQUE DI SANTA TERESA DI GALLURA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *