SASSARI E’ IN SEMIFINALE SCUDETTO. BATTUTA BRINDISI CON UN PERENTORIO 3-0 (VITTORIA IN PUGLIA PER 87-92)

ph: Thomas

Moraschini e difesa, il match si apre con una Brindisi concentrata. Il Banco non trema dopo il primo errore, c’è e lo dimostra con un 12-0 di parziale e un Rashawn Thomas da 9 punti e il 100% al tiro, sul 9-21 dopo 7′ firmato Carter è minuto Vitucci. L’Happy Casa esce bene dal timeout e piazza un controparziale di 7-0, Cooley argina l’offensiva pugliese, secondo fallo di Brown, Smith in cabina di regia gestisce, Gaffney chiude la prima frazione sul 18-24.Dyshawn Pierre e il trio italiano a stringere la maglie della difesa, il Banco costruisce il +10 al 13’, i padroni di casa si riportano sotto con i punti di Greene e Brown, la Dinamo spreca per ben due volte i dodici punti di vantaggio e va negli spogliatoi sul 42-43 con gli uomini di Vitucci che tornano sotto grazie alla difesa e ad un Gaffney determinante, Smith con tre falli e un solo rimbalzo offensivo catturato incidono negativamente sulla seconda frazione biancoblu.

Duello Banks-Cooley al tiro, Thomas rompe gli equilibri e firma il 47-49 al 22’, Dinamo con percentuali straordinarie nel pitturato, 20/26 con un Big Jack da 8/8. Gaffney si conferma il migliore tra i pugliesi e riporta i suoi ad un solo possesso, 58-61. La Dinamo ricaccia indietro l’Happy Casa con le triple di Spissu e Pierre e sul 60-67 costringe al timeout Vitucci. Ancora una volta i biancoblu non conservano il vantaggio e con un 5-0 di parziale al 30’ è 65-67. Uno Spissu provvidenziale piazza la bomba del 71-75, il Banco deve fare i conti con il quarto fallo di Thomas a 6’ dal termine, Brindisi non molla mai e sul -2 coach Pozzecco decide di pensarci su. Banks trascina i suoi fino all’83-81 ma Smith e Cooley (con 4 falli) firmano un parziale di 5-0, 83-86 a 1’30” dal termine. Guerra di nervi e lotteria dei liberi, la chiude Spissu con un 2/2 che scrive l’87-92 definitivo. È semifinale, i giganti con un secco 3-0 chiudono la serie e attendono di sapere chi sarà la sfidante tra Avellino e Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *