RICORDARE EUGENIO PODDA: IL 22 SETTEMBRE A PALMANOVA (UD), COMMEMORAZIONE DEI CADUTI DELLA GRANDE GUERRA


evento segnalato da Dario Dessì

Cento anni addietro, moriva in combattimento nelle file del 48 Reggimento Fanteria Ferrara a Dosso Faiti nel Carso Sloveno, il Tenente degli Arditi Avv. Eugenio Podda, nato a Villaspeciosa (CA) il 29 gennaio 1890. 

Una nota storica: Rientrata in linea dopo un periodo di riposo, la Brigata Ferrara era stata schierata di fronte al Pecinka, dove compiva turni di trincea senza che accadesse niente di particolare.

Il 12 maggio 1917 ebbe inizio la Decima Battaglia dell’Isonzo, detta anche del Kuk-Vodice  con l’obbiettivo di rompere il fronte per raggiungere Trieste. Durò 24 giorni e si risolse in un bagno di sangue per entrambi gli eserciti contraposti. I ripetuti attacchi italiani,  una volta raggiunte le trincee avversarie, erano sempre respinti da violenti contrattacchi, che comportarono il sacrificio di migliaia di vite umane.

A mezzogiorno del 14 maggio le fanterie italiane iniziarono l’avanzata con una azione dimostrativa da parte delle brigate Pisa, Regina, Brescia e Ferrara, i cui fanti eoo aver lasciato le proprie trincee per assalire le posizioni avversarie, subirono perdite molto gravi. Quella battaglia era costata all’Italia la perdita di 112.888 uomini di cui 13.254 caduti; le perdite austriache ammontarono a 75.700 di cui 7.300. In prevalenza, erano tutti uomini semplici e laboriosi, che venivano lanciati con strategie ormai obsolete contro tremendi strumenti di morte per la conquista di pochi metri di suolo.

Ebbene Il sacrificio di Eugenio Podda, zio da parte materna dello scrivente, sarà commemorato, a cento anni dalla sua morte, nel corso di una cerimonia solenne che avrà luogo a Palmanova (UD), venerdì 22 settembre 2017′ presso l’Associazione Arma Aeronautica Sezione di Palmanova Via Cavour N. 10 Cell. 3389166794

L’Evento di ricordare ogni Caduto della Grande Guerra nella Regione Friuli Venezia Giulia nasce dalla consapevolezza che il nostro territorio è legato alla memoria nazionale dell’Unità d’Italia. Nel Centenario della Grande Guerra 2014-2018 nelle Cerimonie delle Associazioni d’Arma verranno citando tutti gli iscritti nell’Albo d’Oro, 529.025 Caduti, dando una prova di riconoscenza verso le Forze Armate e verso il contributo di sangue dato da tutte le famiglie italiane sulla nostra terra per l’unificazione della Patria.

La Commemorazione nominativa dei Caduti verrà eseguita con gli Onori Militari dal 24 maggio 2014 al 04 novembre 2018, con la consegna ai Familiari della Medaglia Ricordo.

Medaglia in ferro raffigurante da un lato il Logo del Governo per il Centenario della Grande Guerra e dall’altra la statua presente nel Cimitero degli Eroi di Aquileia.Nella Medaglia verrà inciso il grado, cognome e nome del Caduto. Un memoriale per tutte le Famiglie Italiane.

La Medaglia Commemorativa è anche per i Caduti Austriaci di lingua Italiana che hanno perso la vita con il “Kaiserlich und Königlich” per ricordare alle loro Famiglie il loro sacrificio in una visione di Europa Unita e per un messaggio di Pace tra i Popoli.

Per ricevere la Medaglia Ricordo, gratuita, è necessario prenotarla circa 60  prima della Commemorazione per incidere i riferimenti del Caduto.

PER INFORMAZIONI: info@albodorograndeguerra.it

Un ringraziamento particolare va rivolto al Coordinamento Albo d’Oro di Udine per la nobile iniziativa di voler commemorare, a distanza di un secolo, coloro che scomparvero anzitempo nei campi di battaglia, nelle corsie degli ospedali o nei campi di prigionia, Questo perché sia resa durevole la  memoria  del loro sacrificio.  Sono sempre valide, a questo punto, le parole di Bruno Levi:  “Chi perde la memoria non avrà futuro”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *