IL DAVID DI DONATELLO OMAGGIA IL CINEMA SARDO: INCETTA DI NOMINATION PER "LA STOFFA DEI SOGNI " DI GIANFRANCO CABIDDU

fermo immagine del film con Sergio Rubini, Teresa Saponangelo e Nicola Di Pinto

di Bruno Culeddu

Le buone notizie per il cinema sardo non finiscono con il David di Donatello conferito a  Mario Piredda per il migliore cortometraggio con “A casa mia”.
La Sardegna, e in particolare l’Asinara, è protagonista di altri due film in competizione per il più prestigioso riconoscimento cinematografico italiano.

Scorrendo le nomination annunciate dall’Accademia del Cinema italiano per l’edizione 2017 scopriamo che il film “La stoffa dei sogni” di Gianfranco Cabiddu ha collezionato ben nove candidature, piazzando: lo stesso Cabiddu, Ugo Chiti, e Salvatore De Mola per la migliore sceneggiatura adattata, Sergio Rubini come miglior attore protagonista e Ennio Fantastichini come attore non protagonista. Franco Piersanti è invece in gara come miglior musicista, mentre Livia Borgognoni compete per la miglior scenografia. Beatrice Giannini e Elisabetta Antico sono candidate per i costumi, Silvia Beltrani per il trucco e Alessio Doglione per il montaggio. Per il migliore suono sono in lizza: Filippo Porcari (presa diretta), Federica Ripani (microfonista), Claudio Spinelli (montaggio), Marco Marinelli (creazione suoni) e Massimo Marinelli (mix).

La sfida che attende “La stoffa dei sogni”  è molto ardua: dovrà ora vedersela con «Indivisibili» di Edoardo De Angelis e «La pazza gioia» di Paolo Virzì. I due film hanno addirittura conquistato 17 candidature, tallonati da «Veloce come il vento», film di Matteo Rovere che di candidature ne vanta 16.

Ma, per usare le parole di Cabiddu, “la vera vittoria è essere candidati” e comunque vada a finire, la pioggia di candidature dimostra la salute e annuncia un periodo d’oro per il Cinema Sardo.

La presenza al David di Donatello del film “Era d’estate – Falcone e Borsellino all’Asinara”, di Fiorella Infascelli costituisce per la Sardegna altro motivo di grande soddisfazione. Il film, girato all’Asinara, con Massimo Popolizio e Beppe Fiorello interpreti dei due giudici nel loro soggiorno forzato nell’isola bunker, vanta Fiorella Infascelli e Antonio Leotti tra i candidati per la miglior sceneggiatura.

Da segnalare che sia “La stoffa dei sogni” sia “Era d’estate – Falcone e Borsellino all’Asinara” hanno fruito del supporto della Fondazione Sardegna Film Commission.

La cerimonia per l’assegnazione dei riconoscimenti si terrà lunedì 27 marzo a Roma, sarà condotta per il secondo anno consecutivo da Alessandro Cattelan e verrà trasmessa in diretta su Sky Cinema, Sky Uno, Sky TG24, Sky Arte e Tv8. 

A vincere lo scorso anno il Premio per il Miglior Film fu “Perfetti Sconosciuti“, fortunatissima commedia di Paolo Genovese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *