RIO DE JANEIRO? NO, BARADILI! “OLYMPIAS”, I GIOCHI TRADIZIONALI DELLA SARDEGNA PROTAGONISTI IL 7 AGOSTO


Domenica 7 agosto a Baradili, oltre 250 bambini e ragazzi tra i 5 e i 16 anni parteciperanno alla nona edizione della manifestazione Olympias. Giochi Tradizionali della Sardegna® Ricchissimo il calendario di giochi, esibizioni e appuntamenti­ che, dal tardo pomeriggio fino alla mezzano!e, renderà indimenti­cabile per tutti partecipanti­ le ore trascorse nel piccolo centro della Marmilla. Per le vie e nelle piazze del centro storico di Baradili sarà come tornare indietro di un secolo, con i bambiniin strada a giocare a Luna Monta, a Su giogu ‘e su fus­ o a Cadiredda Santa, solo per citare alcuni dei 22 giochi previsti­ nell’Olimpiade.

Saranno cinque le squadre in gara, ognuna associata a un esemplare di animale: Is Pibitziris per i comuni di Sini, Pompu, Curcuris e Baradili, Is Carrogas per Nureci, Senis, Villaverde, Albagiara, Gonnosnò, Sas Colorasper Orotelli, Sos Sribones per Seneghe e Is Mraxianis per Siamanna. Olympias. Giochi Tradizionali della Sardegna® è sfida, sana competi­zione e diver­timento ma anche un’attività scienti­fica e didattica finalizzata alla salvaguardia del patrimonio culturale immateriale del gioco tradizionale della Sardegna, dell’Area Mediterranea e del Medio Oriente. Il progetto del Consorzio Due Giare, ideato e coordinato da Roberta Muscas, valorizza e promuove la prati­ca del gioco tradizionale nella popolazione infan­le e giovanile, operando direttamente attraverso specifici programmi educa­vi. L’azione di studio si basa sul recupero della memoria attraverso la preziosa testi­monianza degli anziani. La conoscenza di tale patrimonio viene acquisita dai bambini e ragazzi attraverso la partecipazione ai laboratori del gioco tradizionale di preparazione alla manifestazione agonis­tica conclusiva. E così anno dopo anno, lo studio dei giochi tradizionali sardi si rafforza e diventa più completo.

L’attività di Olympias, in questi­ ulti­mi dieci anni, ha permesso che oltre 2500 bambini e ragazzi provenien­ti da 62 comuni della Sardegna potessero riscoprire la magia dei giochi di un tempo grazie anche all’importante contributo di 250 anziani informatori coinvolti­ nella ricerca. Olympias. Giochi Tradizionali della Sardegna® è anche cooperazione: Palesti­na, Tunisia, Francia ed Emira­ti Arabi Uniti­ sono i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente che hanno partecipato alle attività di scambio.

Nel 2016 Olympias rafforza ulteriormente il processo di cooperazione nato nel 2011. Risale infatti a tale data la creazione della Rete transnazionale di tutela del patrimonio immateriale del gioco tradizionale a opera del Consorzio Due Giare, l’ALECSO (Agenzia intergoverna­tiva operante nell’ambito dei Paesi della Lega Araba), l’Is­tuto Nazionale del Patrimonio di Tunisi e la Rete EUROETNHO del Consiglio d’Europa, nonché la stt!oscrizione di una convenzione per l’esportazione del modello di Olympias nei Paesi partner. La nona edizione Olympias. Giochi Tradizionali della Sardegna® si fregia della presenza di una delegazione di bambini e ragazzi dell’Emirato di Sharjah che rappresenterà alcuni giochi del proprio Paese d’origine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *