ELISABETTA CHERCHI, DOCENTE DI TRASPORTI ALL’UNIVERSITA’ DI DANIMARCA, LA PRIMA DONNA ITALIANA ALL’EXECUTIVE BOARD

ph: Elisabetta Cherchi

Durante la recente sessione di gennaio, Elisabetta Cherchi, ricercatrice del Dicaar (dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e architettura, Universitá di Cagliari) è stata eletta Vice chair della International association for travel behaviour research (Iatbr): organizzazione internazionale di pregio composta da professori, ricercatori, professionisti e pubbliche amministrazioni che si dedicano allo sviluppo della ricerca sui comportamenti di viaggio. La professoressa Cherchi, attualmente Associato al dipartimento Trasporti della prestigiosa Technical university of Denmark (Dtu), è stata eletta a maggioranza dai componenti dell’associazione. Le elezioni si tengono ogni due anni e il Vice chair diventa automaticamente Chair per il biennio successivo. Cagliaritana, classe ’69, laurea in Ingegneria civile e trasporti conseguita nel 1993 all’ateneo di Cagliari (tesi su Modello comportamentale per la generazione degli spostamenti con motivazione studio universitario: 110/110 con lode), dottorato e post dottorato con i professori Italo Meloni (Cagliari), Juan de Dios Ortuzar e Sergio Jara Diaz (Pontificia Universidad Catòlica de Chile e Universidad de Chile) la professoressa Cherchi ha un percorso accademico e di formazione a cinque stelle. Dal 2004 è ricercatore del Dicaar (professore incaricato di Metodi econometrici per i trasporti), si è perfezionata a Berkeley in California, è Honorary researcher alll’Imperial College di Londra e professore contrattato alla Politecnica Universidad di Madrid. Ha insegnato anche alle Università di Sassari, Bologna, Rosario (Argentina) ed è stata visiting professor e researcher a Tenerife (Spagna), Maryland University (Usa), Oslo (Norvegia), Austin (Texas, Usa), Losanna (Svizzera), Stern University (New York, Usa), Mit, Boston (Usa). Vasta la lista di premi, riconoscimenti e borse di studio vinte in mezzo mondo così come la partecipazione da esperto, giurato e relatore a eventi congressuali, ricerche, sessioni di approfondimento e studio post laurea. Stimata professionista, ha redatto ed è stata in prima fila, tra gli altri, nella stesura e nell’elaborazione di diversi piani urbanistici, del traffico automobilistico (Alghero, Quartu, Monserrato-San Paolo, Nuoro, Oristano) e ferroviario (Lombardia), dell’area vasta di Cagliari, della strada statale 131. Elisabetta Cherchi è stata allieva del professor Meloni e collabora da anni con il Crimm (Centro ricerche modelli mobilità) e con il Cirem (Centro interuniversitario ricerche economiche e mobilità, Università di Cagliari e Sassari). In breve, un fiore all’occhiello e icona di riferimento per studenti e ricercatori della comunità universitaria del capoluogo sardo. La Iatbr è stata fondata nel 1970 per agevolare lo scambio di informazioni tra ricercatori nei cinque continenti. L’associazione è composta da  312 componenti, è governata da un Executive board, è itinerante e si riunisce solitamente a Washington, e riflette l’equilibrio internazionale di interessi nella ricerca sui trasporti.

Un commento su “ELISABETTA CHERCHI, DOCENTE DI TRASPORTI ALL’UNIVERSITA’ DI DANIMARCA, LA PRIMA DONNA ITALIANA ALL’EXECUTIVE BOARD”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *