GIUSTIZIA E VERITA' SONO LA SUA MISSIONE: ROBERTO LAI, UN ANTIOCHENSE CONOSCIUTO NEL MONDO CHE DA' LUSTRO AL SUO PAESE D'ORIGINE

Il momento dell'attribuzione del cavalierato della Repubblica Italiana a Roberto Lai da parte del Presidente Napolitano.

riferisce Elisa Sodde

Roberto Lai  nasce a Sant’Antioco (CI) nel 1962, laureato in Scienza dell’amministrazione giudiziaria, è Luogotenente nell’Arma dei Carabinieri in servizio presso il Reparto Operativo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Roma. Ha preso parte come relatore a numerose conferenze su tematiche relative alla Lotta contro i furti,  scavi illeciti, importazione ed esportazione di Beni Culturali, con riferimenti alla legislazione internazionale, a Roma, Sassari, Cagliari, Marsiglia, Londra, Berlino, Düsseldorf, Leiden, Amsterdam, Atene, New York, Lima, Quito. Per la sua attività in difesa del patrimonio culturale ha ottenuto numerosi attestati e riconoscimenti, tra i quali spiccano: Medaglia per l’eccellenza del servizio militare di II grado, conferita dal Ministero degli Interni della Federazione Russa; Medaglia d’Argento quale Benemerito dell’Arte della Scuola e della Cultura, conferita dal Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro; la cittadinanza onoraria dei comuni di Guidonia Montecelio (RM), Nocara (CS) e Mentana (RM).  Decorato con Croce pro Ecclesia et Pontifice, conferita dal Sommo Pontefice Giovanni Paolo II (1995); è stato altresì nominato, motu proprio, Cavaliere al merito della Repubblica italiana dal Presidente Giorgio Napolitano; Cavaliere dell’ordine di San Gregorio Magno e San Silvestro Papa da S.S. Benedetto XVI; Cavaliere dell’ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro.  Ha diretto numerose indagini che hanno reso possibile il rimpatrio di importanti opere d’arte poi esposte presso importanti musei in tutto il mondo. L’attività svolta ha, infatti, consentito la realizzazione di numerose mostre sia in Italia che all’estero con risonanza mediatica a livello internazionale.  Appassionato di storia e tradizioni della Sardegna e del paese natale, ha condotto un’intensa attività di ricerca che lo ha portato a riscoprire le tracce lasciate nel tempo da S. Antioco Martire, curando la ristampa del libro Le Meraviglie di S. Antioco di Padre Filippo Pili; della  Relazione sull’inventio dell’illustre Martire e Apostolo della Sardegna S. Antioco nella sua propria chiesa di Sulci di Mons. Francisco de Esquivel; ha, inoltre, curato e pubblicato con lo studioso antiochense Marco Massa il libro S. Antioco da primo evangelizzatore della Sardegna a Glorioso Protomartire – Patrono della Sardegna;  ha dato vita al fumetto Antioco il santo venuto dal mare.  È Presidente dell’associazione culturale Arciere Onlus ed è l’ideatore e il curatore degli Annali di storia e archeologia Sulcitana. Per tale attività il Comune di Sant’Antioco gli ha conferito la medaglia d’oro quale Ambasciatore della Cultura di Sant’Antioco

6 risposte a “GIUSTIZIA E VERITA' SONO LA SUA MISSIONE: ROBERTO LAI, UN ANTIOCHENSE CONOSCIUTO NEL MONDO CHE DA' LUSTRO AL SUO PAESE D'ORIGINE”

  1. Un vero onore avere dei personaggi come il Cav. Roberto Lai, che portano in giro del mondo la parte sana della nostra Sardegna. Grazie a Voi di tuttus in pari per renderci partecipi di queste eccellenze della nostra amata terra.

  2. Amare la propria terra e come amare la mamma, la sposa, i fgli. Amare e divulgare con passione e professionalità e tutt’altra cosa. Seguo Roberto Lai da anni la sua passione e l’amore per la terra che gli ha dato i natali non ha confronti. Grazie Tottus in pari, grazie Elisa Sodde grazie a coloro che lavorano sodo per divulgare la conoscenza del nostro territorio. Forza tuttus in pari………….. con dieci, cento, mille Roberto Lai.

  3. Sarebbe bello avere più personaggi come Roberto Lai, Elisa Sodde, Il direttore di questo giornale, questa è la vera Sardegna, quella amata, divulgata e diffusa senza interessi di poltrone. Avanti così benemeriti amici della Sardegna. TOTTUS IN PARI.

  4. Robero Lai è un nostro concittadino un uomo che con spirito di sacrificio abnegazione professionalita ed amore per la nostra terra a portato la nostra cultura nel mondo, è a lui ed ad una amministrazione che a creduto in lui che Sant’ Antioco e la sua storia ha valicato i confini internazionale, è a lui ed al Sindaco Corongiu va il nostro plauso e la nostra ricoscenza, per aver portato lustro nella nostra cittadina, un lavoro svolto da Roberto senza scopo di lucro nè di interessi personali, un lavoro fatto di sacrifici, ed amore per la sua terra, grande Roberto.

  5. Ho conosciuto questo giornale on line grazie all’articolo dedicato a Roberto Lai. Sono orgogliosamente Sardo e vivo da quasi 40 anni a Tivoli. Sento in dovere di dare un piccolo contributo per Roberto, conosciuto e apprezzato sicuramente più nella penisola che nell’isola madre. Quest’uomo gode di diverse cittadinanze onorarie e il suo Cursus Honorum qui riportato è incompleto infatti oltre che di Guidonia, Mentana, Nocara è cittadino onorario anche di Tivoli. Oltre alla competenza tecnica e scientifica nello specifico settore in cui opera è la semplicità che lo distingue dalla moltitudine di persone che spesso vogliono solo apparire, inoltre un altro aggettivo che fa la differenza a favore di ROBERTO LAI e la PASSIONE. Seguire una conferenza, un convegno in cui partecipa Roberto è un’iniezione di positività, di conoscenza di riscatto. Questo suo grande carisma e voglia di fare ha risvegliato la conoscenza sul culto del Protomartire Antioco, un grande risveglio culturale sulla terra che gli ha dato i natali, in questo invidiamo fortemente la città Sant’Antioco per avere un’ appassionato così autorevole. Grazie Roberto e grazie a questa Redazione per avere parlato di una realtà locale così importante.

  6. Ho avuto da poco tempo l’onore di avere Roberto tra le amicizie diciamo virtuali per ora. E’ come respirare una boccata di ossigeno puro, il suo impegno, i suoi successi, l’amore per la Terra d’origine, e la sua passione nel volerla valorizzare per farla apprezzare a chi ancora non la conosce a fondo, dà una carica unica, e ispira volontà di emulazione. Grazie Roberto.
    Stefano (Capena-Roma)

Rispondi a Carlo Pes Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *