UN VIAGGIO IN SARDEGNA? ECCO LE DIECI SPIAGGE CHE TUTTI ALMENO UNA VOLTA DOVREBBERO VEDERE

Cala Luna

La Sardegna, si sa, è uno dei luoghi più belli del mondo. Un posto da sogno al centro del Mediterraneo, dove si sposano alla perfezione un mare cristallino e un territorio interno selvaggio da brividi (che in pochi conoscono). La Sardegna è famosa soprattutto per avere alcune delle spiagge più belle del pianeta. Presentiamo le 10 spiagge della Sardegna che tutti dovrebbero vedere almeno una volta nella vita. Sono le più belle e incontaminate, le più spettacolari spiagge che tolgono il fiato e che vi consigliamo di visitare perché sono veramente meravigliosa. 

1 – CALA MARIOLU – BAUNEI (Ogliastra)

L’Ogliastra e, in particolare, il territorio di Baunei è ricco di meravigliose spiagge, in parte ancora incontaminate. Cala Mariolu, il cui nome vero è Ispuligi de nie, è certamente una delle più belle di quelle appartenenti al Golfo di Orosei.  Acqua limpidissima, sabbia mista a sassolini tondi di colore rosa, la spiaggia è inserita in un contesto naturale fantastico, in una zona ricca di grotte, tutte fantastiche da visitare. La spiaggia ha un fondale basso fondale ed è quindi adatta anche ai bimbi. Molto affollata in estate per la sua incantevole bellezza e perché tutti vogliono ammirare il meraviglioso scenario naturalistico e i suoi fondali da sogno, che sono il paradiso per chi ama immergersi per godersi le acque e quello che il fondo del mare offre. Può essere raggiunta a piedi, anche se il trekking è faticoso, perciò è raggiungibile con le barche che partono da Cala Gonone, Arbatax o Santa Maria Navarrese.

2 – LA PELOSA – STINTINO (Sassari)

Da molti considerata la spiaggia più bella d’Italia, La Pelosa non ha bisogno di presentazioni. La sua acqua turchese e trasparente, la sua sabbia finissima e soffice che richiama più a una spiaggia tropicale che mediterranea la rendono unica e molto suggestiva. Situata nel bellissimo golfo dell’Asinara, all’estremità nord-est di Capo Falcone, la spiaggia è protetta dal mare aperto da una barriera naturale formata dai faraglioni di Capo Falcone, dall’isola Piana e dall’Asinara. Celebre anche per l’isolotto che ospita la caratteristica torre aragonese della Pelosa edificata nel 1578 a difesa del litorale, che dà il nome alla spiaggia, raggiungibile anche a piedi dalla spiaggia. Una meravigliosa oasi naturale, immersa in un paesaggio unico, circondata dal verde di una profumata macchia mediterranea, la spiaggia è un vero e proprio paradiso. Molto affollata, rimane comunque una spiaggia da visitare assolutamente e dove fare il bagno, perché un’acqua così non la si trova da nessun’altra parte.

3 – SPIAGGE DI BIDDEROSA – OROSEI (Nuoro)

Ancora l’incredibile Golfo di Orosei e le sue meraviglie. Immaginate cosa può essere percorrere un tratto sterrato di 4 km, in piena macchia mediterranea tra ginepri, sughere e lecci, per poi trovarsi dinanzi agli occhi un vero e proprio paradiso da cartolina: l’Oasi di Bidderosa. Cinque calette da sogno, dove il mare è di smeraldo e la sabbia finissima color argento, all’interno di un parco di 860 ettari. L’accesso al parco in auto è a numero chiuso, per proteggere quest’angolo di Paradiso dove è possibile trovare anche i gigli marini. La calette sono una più bella dell’altra, l’acqua è cristallina e il basso fondale risulta ideale per gli amanti dello snorkeling. Vi consigliamo una visita, ne vale la pena!

4 – PORTO PINO – SANT’ANNA ARRESI/TEULADA (Carbonia-Iglesias)

Porto Pino, nel Sulcis, è certamente una meraviglia della natura. Chi c’è stato non può che confermarlo. Stiamo parlando dell’incredibile spiaggia delle dune, che si stagliano su un mare trasparente e cristallino. Uno scenario assolutamente unico e suggestivo: la sabbia è bianchissima, l’acqua ha colori spettacolari e le dune rendono l’intero quadro assolutamente surreale e selvaggio. Certo, per trovare uno spazio libero da ombrelloni bisogna camminare un po’, ma poi ne vale la pena perché ci si trova immersi in un vero e proprio Paradiso di colori e di sabbia. La lunga spiaggia va dal comune di Sant’Anna Arresi a quello di Teulada, le dune si trovano proprio nell’ultima parte, quella a ridosso del poligono militare di Teulada. Se non ci siete mai stati non sapete cosa vi perdete!

5 – CALA LUNA – OGLIASTRA (Baunei)

Un’altra incredibile spiaggia nel Golfo di Orosei, che si trova proprio al confine tra i comuni di Dorgali e Baunei, è Cala Luna. Situata proprio alla foce di un torrente, il Codula di Luna, da cui prende il nome, è una delle spiagge più ambite della Sardegna: tutti vorrebbero visitarla. 700 metri di spiaggia e un mare dai bellissimi riflessi color verde, con alle spalle un bosco di oleandri e un laghetto di acqua dolce. L’arenile presenta una sabbia chiara grossa mista a sassi, incastonato tra ripide pareti di roccia che terminano proprio sulla spiaggia circondata da ampie grotte all’interno delle quali è possibile trovare riparo nei giorni più soleggiati. L’acqua è limpida e trasparente, il fondale è basso, Una curiosità: la meravigliosa Cala Luna è nota anche per essere stata il set del celebre film “Travolti da un insolito destino” sia nella sua versione con Mariangela Melato e Giancarlo Giannini (1974) che nel remake di qualche anno fa con Madonna come protagonista. 

6 – SPIAGGIA ROSA – ISOLA DI BUDELLI, LA MADDALENA (Olbia-Tempio)

Non si possono certo dimenticare le spiagge del meraviglioso Arcipelago di La Maddalena, che sarebbero tutte da visitare e ammirare, ma noi abbiamo scelto la stupenda Spiaggia Rosa, nella parte sud-est dell’isola di Budelli. Famosa per la sua sabbia dal colore rosa corallino, la spiaggia è veramente meravigliosa e unica. Per preservarne l’integrità questa spiaggia è sempre stata ammirata in lontananza, in quanto non era possibile l’approdo e la sosta, ma oggi può essere visitata con l’accompagnamento delle guide del Parco nazionale Arcipelago de La Maddalena. Il mare cristallino, come tutto quello dell’arcipelago maddalenino, presenta un fondale basso e sabbioso, che lascia intravedere la spettacolare fauna che abita questo tratto di Sardegna. L’incredibile intreccio di colori, con il rosa della spiaggia che abbraccia le tonalità di verde smeraldo e turchese del mare rendono l’esperienza della visita indimenticabile.

7 – CALA GOLORITZE’ – BAUNEI (Ogliastra)

Parlando delle spiagge più belle della Sardegna non ci si può scordare di Cala Goloritzè,  un’altra delle perle del comune di Baunei e del Golfo di Orosei. Stiamo parlando di una spiaggia che viene sempre inserita fra le più belle d’Italia e d’Europa, certamente una delle più suggestive della Sardegna. Nata da una frana nel 1962, Cala Goloritzè è famosa per il pinnacolo alto 143 metri molto amato dai climbers, e per l’arco naturale sul lato destro della baia. L’arenile è composto di piccoli ciottoli bianchi e sabbia. Per raggiungere Cala Goloritzé ci sono due possibilità: o via mare, o con un sentiero che dall’altopiano del Golgo giunge alla cala, con un dislivello di 470 metri e circa un’ora e mezzo di cammino. Per preservare la spiaggia la costa a 200 metri dalla riva è completamente chiusa al traffico di imbarcazioni a motore. Il percorso di trekking in mezzo alla natura per arrivarci è eccezionale, ve lo consigliamo. I colori di un azzurro intenso, il meraviglioso fondale, l’ambiente naturale circostante con le varie calette fanno di questo angolo un ricordo che resta impresso nella mente di chi la visita.

8 – TUERREDDA – TEULADA (Cagliari)

In un angolo della Sardegna del Sud meraviglioso c’è una piccola perla, la spiaggia di Tuerredda. Tutta la zona di Teulada è incredibilmente bella, ma questa spiaggia è unica. Situata in una splendida insenatura tra Capo Malfatano e Capo Spartivento, viene da sempre considerata una delle più belle spiagge della Sardegna per la sua sabbia chiara e finissima e per il colore trasparente del mare, che evoca un paesaggio caraibico. Certo quando soffia forte il Maestrale è arduo stare nella spiaggia, ma nei giorni di calma piatta ci si trova immersi in un paesaggio da sogno. Acqua cristallina, spiaggia bianchissima, colori fantastici, panorama mozzafiato. Affollata nei mesi estivi di punta…ma provate a visitarla a Giugno e vedrete che non potrete più farne a meno!

9 – CALA BRANDINCHI – SAN TEODORO (Olbia-Tempio)

Nel comune di San Teodoro, il promontorio di Capo Coda Cavallo ci regala questa meravigliosa spiaggia fatta di sabbia bianca e acqua turchese: la stupenda Cala Brandinchi. Una spiaggia da sogno, che non ha nulla da invidiare a quelle della Polinesia (è denominata la piccola Tahiti), con finissima sabbia bianca che fa risaltare il verde della pineta alle sue spalle, dove è possibile riposare o passeggiare all?ombra degli alberi. I fondali sono bassi, quindi è adatta anche per i bambini, l’acqua è pulitissima. La spiaggia fa parte dell?Area Marina Protetta di Tavolara – Punta Coda Cavallo, una zona meravigliosa e incontaminata, di grande interesse per la flora e la fauna, sia sulla terra che nel mare. Un altro angolo di Paradiso della Sardegna che dovete assolutamente visitare.

10 – SPIAGGIA DI SAN GIOVANNI – POSADA (Nuoro)

In questo 2013 Posada si è piazzata prima in classifica nella Guida Blu di Legambiente e Touring Club, ricevendo le 5 Vele per l’attenzione all’ecoturismo. La spiaggia di San Giovanni è una delle più belle della costa orientale, si trova in provincia di Nuoro: una bella sabbia fine e chiara, molto ampia e con un mare meraviglioso. La spiaggia, che alle spalle ha una verde pineta, è dominata da una torre aragonese, non risulta mai molto affollata e  quindi è possibile godersela in pieno. Naturalmente le spiagge di Posada sono da visitare tutte, oltre a San Giovanni anche la spiaggia di Orvili e di Su Tiriarzu sono da vedere. Quando c’è il vento sono anche meta ideale per i surfisti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *