ARTE E ARTISTI PER LA PACE E IL DIALOGO INTERCULTURALE TRA I POPOLI: L'OPERA PITTORICA DI MARIA AURORA PINTORE ALLA MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE "EFFETTO BIENNALE" DI ASSISI

l'opera "Percorsi di vita" di Maria Aurora Pintore

di Cristoforo Puddu

Maria Aurora Pintore, nativa all’Asmara (Eritrea) da padre originario di Bonorva, è artista capace di emozionare e non lasciare mai indifferenti: continue le sperimentazioni creative ed originali che realizza con le nuove tecniche applicate all’arte figurativa. Le sue ultime opere esprimono un ampio senso di universalità e rappresentano con  profondità di sentimenti -sia quando si cimenta nella pittura (predilige olio ed  acrilico) o nella innovativa fotografia digitale- la bellezza dell’uomo e della natura come tramite di dialogo interculturale e veicolo di civiltà.

Il lungo percorso artistico e di idealità che hanno da sempre caratterizzato la Pintore, con mostre personali e collettive in Francia, Italia, Spagna e nell’ultimo triennio nel Michigan (USA), ha ricevuto ora la “consacrazione” con il prestigioso invito ad esporre la sua opera pittorica “Percorsi di Vita” (acrilico e collage su tela – cm.75×102), dal 22 al 30 settembre 2012, all’Effetto Biennale di Assisi. La  manifestazione, collegata e ideata dagli organizzatori della Biennale di Firenze all’interno del programma “Dialogo fra le Civiltà”, si è tenuta nello storico Palazzo Vallemani della Città della Pace ed è giunta alla terza edizione. Oltre Maria Aurora Pintore, ed alcuni artisti italiani, hanno esposto significative opere d’arte contemporanea, concepite per promuovere il dialogo interculturale, diversi e rinomati pittori provenienti dalla Cina, dal Brasile, dalla Costa Rica/USA, dalla Norvegia e dal Cile.

Il quadro “Percorsi di Vita”, in modo immaginifico ed astratto, avvia la rappresentazione di un itinerario esistenziale attraverso le orme di una bambina e segna per l’artista un radicale abbandono del precedente cammino pittorico, costruito e coltivato per un lungo periodo creativo su binari fantastici e surreali. Già nel 1996, il critico Aoristias (Artecultura) evidenziava i significati pittorici attinti “nella sfera del sogno” e le “atmosfere di un libero ‘esprit de finesse’ surrealista” in cui aleggia “una vaga concettualità alla Magritte”. Di Maria Aurora Pintore, che negli anni ha ottenuto importanti riconoscimenti per la sua attività, hanno parlato numerose riviste d’arte e giornali. Per approfondire una maggiore conoscenza della figura artistica della pittrice e fotografa digitale, consultare i siti: www.auroraleo.pixu.com  e www.aurorapintore.wix.com/28 .

Il progetto “Effetto Biennale” è un evento d’incontro dalla “voce chiara e determinata in un mondo dove avanzano le barbarie e l’indifferenza”, che stimola le possibilità “del fare” attraverso l’arte e il dialogo creativo tra gli artisti che sanno nutrire l’esistenza con le idealità di pace e il dialogo tra i popoli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *