NEL PALAGIO DI PARTE GUELFA A FIRENZE, SU INIZIATIVA DELL'A.C.S.I.T., LA MOSTRA DEGLI AMULETI D'ARGENTO DI NANNI ROCCA

 
di Gianni Conti

Nel Palagio di Parte Guelfa, edificio storico fiorentino, sabato 1° settembre, nell’ambito del programma di promozione dei prodotti dell’artigianato della Sardegna, organizzato dall’Associazione Culturale dei Sardi in Toscana (ACSIT) si è inaugurata la mostra degli splendidi amuleti d’argento dedicata al noto artista di Gavoi, Nanni Rocca, oggi, operante nella città di Oristano.

L’evento, patrocinato dal Comune di Firenze e rappresentato dall’Assessore Stefania Saccaridi, che ha messo in evidenza la storia dell’arte attraverso le straordinarie attività dell’artigianato delle Regioni italiane, canale d’espressione per la crescita spirituale e creativa dell’uomo.

Il Presidente della Comunità dei Sardi, Elio Turis, ha messo in risalto l’eccellenza dell’opera di Nanni Rocca, delle sue interpretazioni sulla fede, sulla superstizione ma anche sugli oggetti simbolo di speranza per battere la disgrazia, ringraziando l’autore con le parole del Papa Giovanni Paolo II: “L’artista, quando plasma un capolavoro, non soltanto chiama in vita le sue opere, ma per mezzo di esse, svela anche la propria personalità”. Infine, la presentazione dell’evento ha finto per essere anche l’occasione per la Presidenza dell’Associazione dei Sardi residenti in Toscana di fare una riflessione sulle giuste rivendicazioni dei lavoratori del Sulcis e dell’Alcoa, per lanciare un appello alle istituzioni fiorentine ed unirsi con il Popolo Sardo, per ottenere la massima comprensione e sostegno per difendere l’occupazione e la dignità dei lavoratori in lotta per la sopravvivenza del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *