IL RICONOSCIMENTO PER I CANDELIERI DI SASSARI: SONO CANDIDATI PER L'ITALIA A DIVENTARE PATRIMONIO DELL'UNESCO NEL 2013


redazionale Tottus in Pari

Sassari con i suoi Candelieri è tra le città delle Feste delle grandi Macchine a spalla indicate dalla Commissione nazionale italiana per l’Unesco come unica candidatura per il 2013 a Patrimonio immateriale dell’Umanità. La notizia arriva da Roma attraverso il sindaco Gianfranco Ganau che ha partecipato ad una conferenza stampa a Montecitorio.  Sassari aspettava l’ufficialità dal 2009, anno in cui è iniziato l’iter di candidatura della Festa dei Candelieri. Nella capitale, insieme al sindaco, anche l’assessore delle Culture, Dolores Lai, e i rappresentanti istituzionali delle città che fanno parte dal 2005 della Rete delle Feste delle grandi Macchine a spalla: Nola con la sua Festa dei Gigli, Palmi con La Varia e Viterbo con La Macchina di Santa Rosa. «Il percorso di candidatura – ha dichiarato Ganau – è stato l’occasione per rafforzare il legame tra le comunità, già avviato nel 2005 con la firma del protocollo per il progetto di interscambio culturale. Un sodalizio profondo nacque allora tra le municipalità e i protagonisti delle rispettive feste, tutte e quattro legate da caratteristiche di partecipazione e passione tra loro molto simili».

Una risposta a “IL RICONOSCIMENTO PER I CANDELIERI DI SASSARI: SONO CANDIDATI PER L'ITALIA A DIVENTARE PATRIMONIO DELL'UNESCO NEL 2013”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *