LIA CAREDDU A MILANO DAL 6 ALL'11 MARZO AL TEATRO FRANCO PARENTI INTERPRETA NICOLAJ GOGOL'


di Cristoforo Puddu

Lia Careddu -stimata e rappresentativa attrice sarda, assai nota anche a livello nazionale ed internazionale per gli impegni interpretativi di teatro, cinema, tv e radiofonici dei grandi autori classici e contemporanei- è ora attesa al Teatro Franco Parenti di Milano. Dal 6 all’11 marzo 2012, con il testo “Il Cappotto” di Nicolaj Gogol’ a cura di Guido De Monticelli, proporrà uno spettacolo per voce femminile, di cui la Careddu è  lo “spirito del racconto” ed interprete di tutti i personaggi, con una originalissima ed esaltante esplorazione di una perla dell’eredità letteraria russa. Lia Careddu, socia del Teatro di Sardegna dal 1975 vi debutta con la partecipazione alla messa in scena dello spettacolo “Su Connotu” di Romano Ruju, e lega il suo nome a tutte le principali produzioni realizzate nel segno dell’impegno sociale, didattico e di ricerca sul linguaggio. E proprio in riconoscimento del suo continuativo contributo artistico a valorizzare e “far conoscere la Sardegna fuori dall’Isola”, gli è stato conferito recentemente il premio a carattere biennale del concorso di letteratura in lingua sarda di Seunis/Thiesi. Il ricco e vasto curriculum dell’attrice sarda, con ruoli di primo piano accanto ai vari Gazzolo, Vallone,Pistilli o Foà, registra l’interpretazione di personaggi dei classici Sofocle (Antigone) e Euripide (Medea), di Shakespeare, Molière, Goldoni, Garcia Lorca, Elias Canetti, Kado Koszter, Pirandello e naturalmente la significativa e costante collaborazione con autori-registi sardi e l’indimenticato ed amato personaggio di Franzisca, in “Funtanaruja” di Leonardo Sole e Marco Parodi da Lope de Vega.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *