EFISIO ARRU DI SILIGO, SCIENZIATO IN MEDICINA VETERINARIA ED EMINENTE PARASSITOLOGO

Efisio Arru
Efisio Arru

di Cristoforo Puddu

I progressi scientifici nella parassitologia clinica veterinaria in Sardegna -incluse le problematiche di rapporti tra ospiti e parassiti- si devono in modo particolare al determinante ruolo svolto da Efisio Arru (Siligo, 1927 – Sassari, 2000), Professore Ordinario, tra il 1978 e il 1997, di Malattie Parassitarie presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università turritana. Gli studi e ricerche specifiche nel campo dell’echinococcosi hanno caratterizzato l’attività di Arru e il fondamentale studio su “Echinococcosi-Idatidosi”, che gli valse una riconosciuta ed indiscussa autorità internazionale in materia, lo propose come artefice del “Piano di Eradicazione dell’Echinococcosi-Idatidosi in Sardegna”. Il progetto, come ricorda il prof. Giovanni Garippa, “non raggiunse gli obbiettivi sperati. Ma ciò servì da stimolo per analizzare le cause e proporre misure alternative di controllo della parassitosi con il coinvolgimento culturale e economico, soprattutto degli allevatori, senza il quale qualsiasi piano sarebbe stato destinato all’insuccesso”; il lavoro universitario del silighese -con corsi che trattavano di Zoocolture, Tecnica delle Autopsie e Diagnostica Cadaverica, Approvvigionamenti Annonari, Patologia Generale Veterinaria, Ispezione e Controllo degli Alimenti, etc.- era comunque sempre finalizzato a creare un rapporto diretto con il territorio, per l’auspicata attuazione di un riscatto e rinascita della Sardegna attraverso lo sviluppo delle tradizionali attività con la fruttuosa e nuova coscienza operativa e culturale degli allevatori isolani. Proprio nell’ambiente agro-pastorale, e tra i tecnici del settore, si ricorda l’intensa attività di formazione extrauniversitaria,  sviluppata dall’Arru con estrema disponibilità e semplicità anche in limbazu del Logudoro, per rendere diffusamente disponibili le nuove conquiste scientifiche in grado di migliorare produttività e condizioni lavorative. Agli inizi degli anni ’80, segno della grande stima e notorietà di cui gode Efisio Arru tra la comunità scientifica internazionale, scrive la prefazione per la 2° edizione, curata dal Dr. Horst Huber, dell’opera VETERINARMEDIZINISCHE PARASITOLOGIE (Parassitologia Clinica Veterinaria) degli illustri Professori Joseph Boch (Università di Monaco di Baviera) e Rudolf Supperer (Università di Vienna), a cui riconosceva una esposizione “dell’intera materia in maniera sintetica, ma estremamente chiara” per favorire e dare “un quadro esauriente e completo” della parassitologia. Efisio Arru non è ricordato solo come un eminente scienziato in medicina veterinaria, ma ha contribuito alla fondazione dell’Istituto delle Civiltà del Mare, di cui fu Coordinatore Scientifico, e si impegnò con determinazione per avviare la salvaguardia ambientale dell’Area marina di Tavolara-Punta Coda Cavallo e San Teodoro. L’Amministrazione Comunale di Siligo e l’Università di Sassari, nell’aprile del 2005, hanno intitolato l’Osservatorio Astronomico alla memoria del Prof. Arru, mentre la famiglia -sempre in sintonia con l’Università degli Studi di Sassari (Facoltà di Medicina Veterinaria)- ha finanziato recentemente un premio di studio per la migliore tesi di laurea sul tema “Parassitologia e Malattie Parassitarie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *