IL PRIMO VIAGGIO DELLA NAVE "SCINTU" DELLA "FLOTTA SARDA": TESTIMONI GLI EMIGRATI SARDI DEL "SARDA DOMUS" DI CIVITAVECCHIA

il "varo" nel porto di Civitavecchia con il Governatore sardo, Ugo Cappellacci
il "varo" nel porto di Civitavecchia con il Governatore sardo, Ugo Cappellacci

di Ettore Serra

Il porto di Civitavechia è in festa per la presenza sulla banchina n.2 ( che dagli anni sessanta fino a qualche anno fà era uno dei due attracchi dei traghetti delle FF.SS. allora inaugurati dal compianto Presidente Antonio Segni) della nave della flotta sarda “SCINTU”, con il grande emblema della bandiera sarda “I quattro Mori”stampato sulla sua ciminiera, in partenza per il porto di Golfo Aranci alle ore 23,00. Il Presidente della Sarda Domus Ettore Serra, nella sua qualità di consultore in rappresentanza della Consulta Regionale dell’Emigrazione, ed il suo Vice Presidente Roberto Immediata, in rappresentanza della Federazione delle Associazioni degli emigrati Sardi in Italia, si sono recati a bordo per presenziare alla cerimonia della inaugurazione e nel salone grande della reception hanno partecipato alla conferenza stampa che il governatore della Sardegna Ugo Cappellacci, insieme ai suoi Assessori ai Trasporti Christian Solinas ed al Turismo Luigi Crisponi, ha tenuto davanti ad una folta presenza di TV regionali, di gior5nalisti e sopratutto di operatori  turistici e portuali che hanno seguito con particolare attenzione la presentazione della nuova tratta in collegamento con la Sardegna ed i motivi che hanno determinato tale iniziativa. Infatti il Presidente Cappellacci ha esposto i motivi per cui da circa due mesi addietro, dopo aver  constatato l’aumento iperbolico delle tariffe applicato dalle Compagnie di Navigazione private in collegamento con la Sardegna senza aver neppure consultato le Istituzioni Regionali, ha dato mandato alla  società di navigazione sarda Saremar di reperire sul mercato due navi di media portata che collegassero la nostra Isola con il Continente a prezzi più convenienti al fine di venire incontro alle pressanti richieste dei sardi emigrati e dei turisti. Dopo estenuanti trattative ed un certosino lavoro della Amministrazione regionale il nostro Presidente è riuscito in così breve tempo a realizzare il suo sogno.” Siamo venuti a Civitavecchia “ ha esordito Cappellacci “ a prendere i sardi che vivono oltre il Tirreno ed i turisti per far trascorrere loro le vacanze nella nostra Isola. Ecco, l’abbiamo fatto e ne siamo orgogliosi. Sono contento di inaugurare la prima sentinella che farà rispettare le regole.Ed infatti è stato raggiunto il risultato che attendevamo: le compagnie di navigazione stanno adeguando le loro tariffe” Ad un interlocutore che chiedeva se la linea inaugurata continuerà dopo il 15 settembre p.v. il Presidente ha risposto che i risultati sinora ottenuti, con la vendita di circa 15.000 biglietti sino ad oggi, fanno ben sperare nel proseguimento della linea con la possibilità di estenderlo anche al trasporto merci. Una cerimonia inaugurale genuina, con tanto di benedizione e banchetto a base pane carrasau, seadas, agnello, porcetto, salsicce. formaggio di alta qualità e dolci accompagnati da pregiati vini sardi bianchi e rossi ed altre pietanze sarde di pregio con prodotti di nicchia. Il sindaco della città Giovanni Moscherini, presente alla cerimonia insieme al nuovo presidente dell’Autorità Portuale di Civitavecchia Pasqualino Monti , afferma.”Ho seguito la vicenda con molta attenzione. Mi sembra un’iniziativa molto interessante ma che, soprattutto, può incidere su quello che è il panorama delle autostrade del mare. Tutti possono beneficiare dei prezzi di Saremar, sia i sardi sia tutti coloro che transitano verso la Sardegna.E poi non dimentichiamo che a Civitavecchia vive una grande colonia sarda guidata dalla Sarda Domus.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *