IL PREMIO LETTERARIO DI POESIA SATIRICA IN ONORE DI LARENTU ILIESCHI A PLOAGHE (SS)

il convegno a Ploaghe con Paolo Pulina e Tore Patatu
il convegno a Ploaghe con Paolo Pulina e Tore Patatu

di Cristoforo Puddu

La cerimonia di premiazione dei vincitori del 1° concorso di poesia satirica dedicato alla figura dell’illustre cittadino ploaghese Lorenzo Ilieschi (1913-2005) si è tenuta  nei locali del Centro Sociale di Ploaghe, nel tardo pomeriggio di sabato 26 giugno, davanti a un  folto e qualificato pubblico. Per il Comune di Ploaghe sono intervenuti il sindaco, Francesco Baule, e il giovane neo-assessore alla cultura, Pasquale Demurtas; per la famiglia del compianto poeta ha portato il saluto  Bruna Ilieschi, a nome delle altre due sorelle e del fratello (tutti presenti alla manifestazione). Il premio effettivamente assegnato dalla Commissione preposta dal Comune di Ploaghe per la valutazione delle opere partecipanti (e composta da Domitilla Mannu, Luca Mele, Paolo Pulina, Salvatore Tola e Gerolamo Zazzu) è stato comunicato ai poeti convenuti solo nel corso della cerimonia dal presidente del Comitato per il Canto Sardo “A. Desole” Salvatore Patatu, che ha  coordinato tutte le operazioni della cerimonia di premiazione dopo aver svolto nelle settimane precedenti  la funzione di segretario senza diritto di voto dei lavori della Commissione. Il numero delle opere pervenute è stato piuttosto rilevante e ciò sta a testimoniare il successo riscosso dall’iniziativa. Le poesie della sezione A (aperta a tutti i concorrenti), in regola con le norme del concorso, sono state 135. Alla sezione B, invece (riservata agli alunni della scuola dell’obbligo), hanno partecipato 32 allievi. La giuria ha assegnato dodici premi ai concorrenti della sezione A e sei a quelli della sezione B. Sono stati assegnati  i seguenti premi: 500,00 € al 1°, 300 al 2° e 200,00 al 3° classificati nella sezione A. Libri per un valore di 250,00 € ciascuno ai due primi classificati della sez. B (Scuola Media e Scuola Primaria); 150,00 e 100,00, a ciascuno dei due allievi classificatisi al secondo e al terzo posto. Sono state assegnate otto menzioni d’onore, tutte per la sezione A, con premi in libri per un valore di 150, 00 € ciascuno.

I nomi dei poeti premiati sono i seguenti:

SEZIONE A

1° Premio a Maddalena Frau de Ollolai (residente  a Sanluri) pro sa poesia “S’Aipoddu”; 2° premio a Nico Bianco de Aggius pro sa poesia “Li tre Re” e ex aequo a Antoni Longu de Bolotana (ma residente in Macumere) pro sa poesia “Sa Libertade”; 3° premio a Angelo Porcheddu de Banari pro sa poesia “Poderes divinos”.

Menzioni d’onore ( in ordine alfabètigu): Domenico Battaglia de La Maddalena pro sa poesia “C’u ‘entu und’i mani”; Stefano Flore de Anela (residente in Tàtari) pro sa poesia “Tot’unu est in Ollolai”;  Bachisio Longu de Macumere pro sa poesia “Riformas a su ‘entu”; Giovanni Maicu de Santulussurgiu pro sa poesia “Sa Repùbblica de sas bananas”; Domenico Mela de Castelsardo pro sa poesia “La pulitiga italiana”; Giovanni Antioco Mura de Ghilarza pro sa poesia “Chintales corrighinados”; Giovanni Pira de Orgosolo pro sa poesia “Una notte presidente”; Vincenzo Piu de Nurri pro sa poesia “Sa badanti po aiaiu”.

SEZIONE B

a) Scuola Elementare:

1° Premio a Claudia Palmas de Santulussurgiu pro sa poesia “Cherio”;

2° premio a Samuele Denti de Santulussurgiu pro sa poesia “Su fogu”;

3° premio a Elisa Guspini de Santulussurgiu pro sa poesia “Su tempus”;

b) Scuola Media

1° Premio al lavoro di gruppo de sa 3° classe de Fiolinas pro sa poesia “S’Iscola nostra”;

2° premio a Marco Rossi e a Arianna Sale de Fiolinas pro sa poesia “In Piatta”;

3° premio a Claudia Selis de Santulussurgiu pro sa poesia  “A s’alvèschida”.

Il concorso è stato organizzato dal Comune di Ploaghe con la collaborazione tecnica del Comitato per il Canto Sardo “A. Desole” e coi contributi finanziari della Provincia di Sassari.

Il compito di illustrare la figura umana e poetica di Larentu Ilieschi è stato affidato a Paolo Pulina, ploaghese di origine, dal 1977 funzionario esperto di biblioteche, musei e pubblicazioni dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Pavia,  responsabile Comunicazione dell’Esecutivo nazionale della Federazione delle Associazioni Sarde in Italia (FASI), premiato nel 2006 per meriti culturali con su  “Candeleri Piaghesu”.

In chiusura del suo intervento Pulina ha letto una sua poesia d’occasione dedicata a Ilieschi e ad altri importanti personaggi ploaghesi che con il loro impegno culturale hanno illustrato il paese.

 

Ploaghe piaghet, Plaghe non piaghet!

Semus seguros chi oe Tiu Larentu

nos est abbaidende da-i su chelu;

sos poetas de Piaghe totos chentu

cun Isse sun e cun calchi anghèlu.

 

B’est tzertamente Pulina “Ranzolu”,

mastru  de versos improvisados;

Zolzi Satta cun Larentu no est solu,

bi sun ateros piaghesos biados.

 

Su cumandu l’at leadu Giuanne Ispanu

C’apoi de custa manifestatzione

cheret a unu progetu ponner manu:

 

de fagher unu software chi diat paghe;

ca su computer, in sa curretzione,

s’iscries Ploaghe, benit fora Plaghe!

 

Non bastaiat in Google iscrier Piaghe

e bider cumparrer del mondo le piaghe!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *