INTER-SERVICE GROUP EUROPEO: INSULARITA' E COESIONE TERRITORIALE

Regione_Sardegna-Stemma
di Cristoforo Puddu

La Regione Sardegna incassa un primo risultato sulle richieste avanzate in sede europea nella missione a Bruxelles del marzo scorso. La Commissione ha infatti optato per la creazione di un “Inter-Service Group” sui temi della coesione territoriale; un passo decisivo verso il “riconoscimento degli svantaggi strutturali permanenti legati all’insularità” e dunque in direzione dei tanti “territori con particolari specificità di ubicazione geografica”. La Regione, in sintonia con le OOSS (CGIL-CISL-UIL), ha avviato l’organizzazione di una giornata di studio (a Cagliari per il mese di luglio)  sulla condizione d’insularità e sulle tematiche collegate agli sviluppi attuativi della legge delega sul federalismo. La sintonia tra la politica dell’Unione Europea e la legiferazione  nazionale è estremamente necessaria per “assicurare alla Sardegna ed ai Sardi condizioni di equità e pari dignità con tutti gli altri cittadini europei” e favorire un reale processo di coesione, di unità ed integrazione. Si riuscirà finalmente ad “attuare” e “fare”, nell’interesse del popolo sardo, una valorizzazione plurale delle sue diverse realtà geografiche? L’Italia insulare conta una popolazione residente pari a 6.715.396 unità (31.12.2009) ed occupa una superficie pari ad un sesto dell’intero territoriale nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *