I PASSI DELLA GIUNTA SARDA SU INDICAZIONE DELLA CONSULTA REGIONALE: LINEA GUIDA PER INTERVENTI IN FAVORE DELL'EMIGRAZIONE

Franco Manca, Assessore al Lavoro della Regione Sardegna
Franco Manca, Assessore al Lavoro della Regione Sardegna

ricerca redazionale

L’organismo consultivo presieduto dall’assessore del Lavoro, Franco Manca, ha ripartito le risorse a disposizione per l’anno in corso (4,5 milioni di euro) non solo per garantire i costi di gestione e funzionamento dei circoli sparsi nel mondo, ma anche e soprattutto per promuovere e sostenere la capacità progettuale degli stessi circoli. Rispetto al passato anche recente, il Piano segna una netta discontinuità e appare innovativo soprattutto nella scelta di investire prioritariamente sulle nuove generazioni, con attività che mirano a rafforzare la presenza dei giovani nelle varie iniziative, ma sempre favorendo l’incontro e il confronto tra generazioni. Su richiesta dell’assessore Manca, è stata stabilita una linea di rigore nella gestione delle attività dei circoli. “Dobbiamo valorizzare le eccellenze – sottolinea Manca – senza per questo trascurare nessuno. Vogliamo semmai stimolare la fantasia e la creatività di tutti i circoli, premiando le idee migliori e collegando le prospettive di sviluppo socio-economico della Sardegna con le potenzialità espresse dal mondo dell’emigrazione: non a caso sono previste iniziative di diffusione e di valorizzazione delle migliori espressioni culturali, economiche ed ambientali della Sardegna nella penisola e all’estero. Questa linea di condotta è frutto della concertazione tra la Regione, la Consulta e il Comitato di Presidenza”. Sarà dedicata anche una particolare attenzione alle particolari situazioni di disagio sociale: a questo specifico capitolo di spesa sono stati destinati 100mila euro. Altrettante risorse serviranno a finanziare progetti di solidarietà in favore degli anziani. “I circoli – precisa Manca – sono chiamati ad esprimere un potenziale creativo e progettuale per interventi mirati orientati a favorire una sana competizione tra i circoli stessi e, di conseguenza, una efficace ricaduta degli interventi nelle realtà di provenienza e in quelle di attuale residenza”. Per questo scopo è stata privilegiata l’erogazione di risorse attraverso l’acquisizione di progetti: a bando su varie tematiche (190mila euro), per le nuove generazioni (300mila euro per borse di studio, stage e summer’s school più 290mila euro per un grande evento sportivo internazionale da svolgersi in Sardegna), per la promozione economica dell’Isola (200mila euro) e del suo patrimonio ambientale, culturale ed artistico (150mila euro). Novità anche sul fronte della comunicazione, alla quale sono stati destinati 750mila euro. Attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, per esempio, saranno promosse le community virtuali che consentiranno di abbattere le distanze (in particolare nei Paesi di grande estensione, come Argentina, Canada e Australia) e contenere i costi di gestione. Sono inoltre allo studio nuovi sistemi di informazione per via satellitare e informatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *