All'A.M.I.S. di Cinisello Balsamo, domenica 8 alle ore 16.30, il concerto di Carla Denule

di Massimiliano Perlato

 

Con i suoi 2 cd CD, " Notte de luna " e "OGH’ELADA" (in collaborazione con Eugenio Finardi) è riuscita ad eseguire le più belle melodie della Sardegna unendo agli strumenti sardi più antichi quelli classici della musica sinfonica. Da  due anni ormai viene accompagnata nei i suoi concerti da  un gruppo di sei elementi tutto al femminile formato da  4 archi (2 violini – viola e violoncello) una pianista-tastierista e una chitarrista-corista. Si presentano al pubblico in modo molto elegante e raffinato con una scenografia completamente bianca come i loro vestiti e vengono apprezzate, oltre che dal pubblico sardo, anche da coloro  che si avvicinano per la prima volta alla nostra musica etnica e che si  lasciano trasportare con grande emozione dal suono dolce dei violini e la voce melodica di Carla. Sulle musiche di grandi artisti sardi e su canzoni tradizionali come "No potho reposare", l’artista  interpreta in chiave moderna, senza mai snaturare l’essenza sarda, la forza e la dolcezza unica della canzone in limba. Elemento di unione di questi diversi modi di concepire la musica," lo spettacolo" trova armonia e sintesi nella voce della Denule, custode della memoria e del tempo, interprete eroica di una sardità che diventa valore universale e linguaggio per tutti i popoli. Uno spettacolo emozionante e capace di trasmettere quelle sensazioni forti che solo un concerto che mira a far incontrare linguaggi e canoni musicali diversi tra loro può dare". Forse anche per questo gli  organizzatori delle varie manifestazioni collaterali svoltesi durante i grandi Giochi Olimpici di Torino, dopo aver visionato tutto il materiale audio-video della cantante, hanno deciso che fosse proprio Carla la persona giusta a rappresentare la Sardegna davanti a un pubblico che arrivava da tutto il Mondo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *