TORTONA MATRICOLA TERRIBILE: LA COMPAGINE ALESSANDRINA PASSA A SASSARI PER 83-87

La squadra di Ramondino vince a Sassari con una grandissima prova collettiva 83-87, nonostante l’assenza di Daum e l’espulsione di Macura. La Dinamo molto contratta, rimonta da -12, va avanti nell’ultimo quarto di 4 punti con uno straordinario Bendzius, al massimo carriera in serie A ma deve cedere nel finale sui dettagli. MVP assoluto Sanders, grande prova di Severini.

Sfida playoff con tanti temi all’ordine del giorno, il ritorno di Miro Bilan alla Dinamo (out Mekowulu), la matricola terribile Tortona (senza Mike Daum rimasto in Piemonte infortunato), il palas che torna a riempirsi al 60% dopo un mese di astinenza, la presenza del rapper sassarese emergente Low Red e i 3000 fogli con la scritta “No War” distribuiti prima del matchLogan tocca 150 presenze totali con il Banco.

Bucchi inizia subito con Ousmane Diop in quintetto (Bilan dalla panchina), Robinson da playmaker (fresco di record storico con 16 assist a Trieste), Kruslin in guardia, Burnell è l’ala piccola, Bendzius è l’ala forte. Ramondino schiera Severini per l’assente Daum con Wrigth in cabina di regia, Sanders e Macura sul perimetro e Tyler Cain come centro, avversario molto ostico storicamente per Bilan.

Partenza con molta tensione, Robinson è già ispirato anche se la Dinamo non trova ancora fluidità, Sanders ispira gli ospiti che giocano a viso aperto, molti i contatti, Severini non fa rimpiangere Daum, l’allungo della Bertram al 5’ è un piccolo segnale (7-12). Tortona è un sistema oliatissimo, entra Bilan e ha già impatto, Bendzius riprende il discorso lasciato a Trieste ma i piemontesi sono un osso durissimo. Al 10’ la Bertram conduce 23-19 con 4/9 da 3 punti, 7/16 dal campo per Sassari che ha già 4 perse ed è un po’ frenata. Robison commette il 2° fallo.

Devecchi ispira la difesa del Banco e si incolla a Sanders, Tortona muove la palla benissimo arriva sul +7 con una bomba di Filloy, ma fa più fatica, Bilan strappa applausi per il gancio del -2, Logan sbaglia il sorpasso, Sassari cerca di trovare il centro croato appena arrivato, problema per Ramondino con i 4 falli di Cannon ma Tortona non si scompone e continua giocare alla sua maniera. Un po’ di tensione nel trovare il nuovo assetto per la Dinamo, Bucchi ferma il match (28-33). Mascolo è un fattore insieme a Filloy, Bilan fa a sportellate con gli avversari e con gli arbitriSanders è una sentenza, c’è molto nervosismo, la Bertram prova a portarsi all’intervallo un piccolo break, il 5/6 da 3 punti dell’americano di Ramondino danno il massimo vantaggio sul 35-43 che poi diventi 10/19 dall’arco con due siluri di Wright (37-49). 5 punti consecutivi di Stefano Gentile tengono a galla il Banco che subisce 26 punti nel 2° quarto ed è un po’ incastrata. La grande notizia per Tortona, 4 falli di Cannon, senza Daum e con Macura da 0/6 è avanti di 7 segnando 49 punti.

TENSIONE da parte della Dinamo che non rientra bene dagli spogliatoi, c’è Bilan ma Cain gli ringhia addosso, poca fluidità e attacco fermo, Tortona ne approfitta per firmare un altro break da 7-0 che vale il massimo vantaggio sul 42-56 (Bucchi chiama time out dopo 2 minuti e mezzo). Zona di Sassari che costringe Tortona ad affrettare un po’ le scelte, Robinson e Bendzius e l’espulsione folle di Macura permettono al Banco di scrollarsi di dosso un po’ di tensione e di mettere il pubblico in partita. La Bertram ha comunque molta lucidità, attacca bene la zona e trova sempre una soluzione. Il Banco ci prova in tutte le maniere, ma i piemontesi sono chirurgici a punire ogni errore di Sassari, la tripla di Filloy vale ancora il +9 (56-65). Bendzius è il migliore della Dinamo, Cannon esce per 5 falli, Ramondino sceglie un quintetto small size con Severini da 5 e l’esordio di Tavernelli nel match. Ancora una volta come nel finale di 2° quarto è Stefano Gentile a ridare ossigeno alla Dinamo che non molla e tiene botta. (65-69 al 30’)

Ultimo quarto ad altissimo pathos, Sanders è pazzesco dall’arcoBendzius è straordinario con 9/13 dal campo e 34 di valutazione con il Banco che si esalta e sorpassa sul 77-75 e costringe Ramondino al time out. Si gioca sui dettagli, Robinson prova a far scappare il Banco, ma Severini al massimo in carriera in A1 è un chirurgo, Wright attacca Logan per il pareggio (81-81). Bucchi va fino in fondo con Diop, Robinson accelera, Gentile stremato lascia il campo a Kruslin. Contatti fisici, sportellate, Cain riporta avanti Tortona (81-83), Bendzius pareggia con il massimo in carriera in serie A con 29 punti. La Bertram sfrutta il mis match sotto canestri sui cambi sistematici, ancora Cain mette il naso avanti dopo che era girata sul ferro la tripla del +3 di Logan. (83-85 a 35” dalla fine). Dopo il time out i piemontesi difendono benissimo e spizzano l’assist di Robinson, Sanders punisce dalla lunetta, con 17” Tortona ha due possessi di vantaggio e ha le mani sul match (83-87)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.