2 risposte a “TOTTUS IN PARI (846): IL SOGNO IN UN SEGNO (Lucia Cannas, l’autobiografia di un viaggio in India)”

  1. Salude gosu et tricu bella zente/
    salude a su corpus et a sa mente. /
    A tottu su disterru in su mundu/
    e a sos amicos chi mi sone in tundu/
    cust’auguriu bo lu peso a bolu/
    po bos dare ispera e cossolu/
    po che truvare custa pesta burda/
    in su corru prus mannu de sa urca/
    po che essire dae s’ iferru mannu/
    in sa coa de custu malu annu/
    et azuare s’annu benidore/
    a irghelare anneos et timore.

    Salute gioia e pane bella gente/
    salute al corpo ed alla mente/
    A tutti gli emigrati nel mondo/
    e agli amici che mi son vicini/
    questo augurio vi improvviso/
    per darvi speranza e sorriso/
    per cacciare questa peste sporca/
    nell angolo più lontano della forca/
    per uscire in questo fine d ‘anno/
    dall inferno grande del malanno. /
    per aiutare l’ annata futura/
    a vincere gli affanni e la paura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *