GRAZIA DELEDDA ED ELEONORA D’ARBOREA NELLA TOP TEN DELLE DENOMINAZIONI TOPONOMASTICHE

di PAOLO PULINA

La Commissione per la toponomastica, nominata da ogni Comune, ha l’incarico di presentare all’Amministrazione motivate e documentate proposte per la denominazione ex novo o per il ripristino o il cambiamento di denominazioni di località, vie, piazze, vicoli, larghi, ecc. del territorio comunale. Esprime inoltre un parere sulle iscrizioni commemorative da apporre, a iniziativa di privati o di altri Enti, in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Essa vede la presenza normalmente di studiosi locali, che possono con cognizione di causa segnalare le personalità che hanno dato lustro a quella determinata comunità.

Ma naturalmente in ogni comune esistono denominazioni di vie e di piazze che celebrano la capitale d’Italia, i santi della Chiesa cattolica, i grandi personaggi della storia e della cultura nazionale, le date più significative delle vicende del nostro Paese e anche personaggi stranieri.

Il settimanale “Il Venerdì di Repubblica”, nel numero datato 30 ottobre 2020, ha dato la classifica delle denominazioni Top Ten relative a Luoghi, Date e Uomini, alle Donne e alle Personalità straniere.

Nella prima graduatoria abbiamo: Roma, Garibaldi, Marconi, Mazzini, Dante, Cavour, Matteotti, Verdi, Moro, IV Novembre. Per le Personalità straniere: Kennedy, Allende, Luther King, Marx, Anna Frank, Edison, Fleming, Gandhi, Einstein, Picasso.

La classifica Donne riserva una gradevole sorpresa per noi Sardi. Vediamola:  Santa Maria, Santa Lucia, Regina Margherita, Sant’Anna, Grazia Deledda, Santa Caterina, Regina Elena, Santa Chiara, Santa Margherita, Eleonora d’Arborea.

In un articolo pubblicato su “La Nuova Antologia” dal titolo “Grazia Deledda cent’anni dopo” (riprodotto nel volume di scritti dessiani “Un pezzo di luna. Note, memoria e immagini della Sardegna” a cura di Anna Dolfi, Edizioni Della Torre, 2006),  Giuseppe Dessì, nel rivedere il suo precedente non positivo giudizio critico nei confronti della Deledda, scrisse: «I soli veri grandi uomini che vanta la Sardegna, i soli veramente grandi sono due donne: Grazia Deledda e Eleonora d’Arborea».

Al grande scrittore perdoniamo la battuta “maschilista”.

Speriamo che ai cittadini di tutte le  località sarde e non sarde  che hanno intitolato a Eleonora e alla Deledda una strada o  una piazza  venga la curiosità di conoscere la vita e le opere di  queste due Grandi Donne sarde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *