GLI EPISODI SONO FAVOREVOLI AL CAGLIARI CHE REGOLA LA SAMPDORIA CON UN PERENTORIO 2-0

il gol del 2-0 di Nandez

Torna alla vittoria il Cagliari, che supera 2-0 la Sampdoria alla Sardegna Arena. Successo maturato nella ripresa grazie al rigore trasformato da Joao Pedro e al gol di Nandez, dopo una prima frazione giocato in modo prudente da entrambe le squadre. L’equilibrio è stato rotto dall’espulsione di Augello alla fine del tempo: il Cagliari ha subito sfruttato la superiorità numerica e una volta passato in vantaggio ha gestito con autorità, sfiorando ripetutamente il raddoppio con rapide ripartenze. Il secondo gol è giunto a metà della ripresa e ha definitivamente spento le velleità di reazione della Sampdoria. Prova più che convincente da parte della squadra rossoblù, sicura e brillante, rapida e fantasiosa nel creare situazioni da gol. Il fatto di aver tenuto la porta imbattuta è un’altra nota positiva nel computo della giornata da parte del mister Di Francesco.

Nel Cagliari l’unica modifica nella formazione iniziale rispetto a Bologna è l’inserimento di Ounas nel trio d’attacco alle spalle di Simeone. Inoltre, variante di posizione: Nandez si piazza al centro con Mari mentre Rog avanza sul settore di sinistra.

Dopo le prime schermaglie, rossoblù subito vicini al gol: cross di Ounas dalla destra, pallone perfetto per la testa di Joao Pedro che arriva in corsa, puntuale la deviazione del brasiliano che si infrange sull’incrocio dei pali. Sono passati sei minuti dal fischio d’inizio, rimarrà l’unico guizzo del primo quarto d’ora di una partita bloccata, con la Samp attentissima a non scoprirsi ma pronta a ripartire veloce con ripartenze organizzate. Numerosi gli errori in impostazione da una parte e dall’altra, coi giocatori messi sotto pressione quindi senza il tempo necessario per ragionare.

Accade pochino: al 21′ angolo di Candreva sul primo palo, Ekdal cerca la deviazione, pallone toccato anche da Simeone, giunge smorzato tra le braccia di Cragno.

Al 37′ l’episodio che rompe l’equilibrio: tocco arretrato di Tonelli per Augello, il tocco del difensore doriano è corto, Nandez capisce tutto e si invola verso la porta in perfetta solitudine; Augello non può fare altro che stenderlo. L’arbitro Ayroldi inizialmente estrae il giallo ma richiamato dal VAR cambia idea ed espelle l’esterno destro della Samp: decisione ineccepibile.

Cambio forzato nella Samp al 43′: Damsgaard per Ramirez, rimasto contuso dopo uno scontro con Walukiewicz.

Dopo 3 minuti di recupero, Ayroldi manda le squadre al riposo: sipario su un primo tempo poco spettacolare.

Entra subito Sottil nel Cagliari al posto di Marin. Partono forte i rossoblù: lancio di Nandez per Joao Pedro che salta Tonelli con un sombrero, il difensore doriano, vistosi dribblato, lo mette giù. Rigore, lo stesso brasiliano trasforma con una conclusione forte e centrale. Per Joao è il gol numero 5 in campionato.

Al 54′ contropiede condotto in superiorità numerica dal Cagliari, Sottil apre per Ounas, controllo e tiro che finisce sull’esterno della rete. Replica doriana con una fiondata di Jankto dopo una respinta della difesa rossoblù su calcio d’angolo, pallone comunque distante dai pali. Al 58′ pericolosa combinazione Quagliarella-Damsgaard, cross al centro spazzato da Godin ben piazzato.

Il Cagliari in contropiede fa male: al 60′ parte ancora Sottil, tocco per Joao Pedro in ottima posizione, il tiro è chiuso da Tonelli. Ancora Sottil se ne va in campo aperto al 63′, lanciato da Rog: tiro respinto da Audero, Sottil prova la mezza rovesciata in acrobazia, spedendo fuori. Due minuti dopo avanza Lykogiannis che ci prova dalla distanza ma non inquadra la porta.

Il raddoppio è nell’aria e arriva al 68′: stupendo l’invito di Simeone a premiare lo scatto di Nandez, fuga dell’uruguayano che sterza su Candreva e con un tocco felpato supera Audero.

Il Cagliari amministra bene il possesso del pallone, vuole stanare la Sampdoria e individuare il momento buono per colpire.

Al 77′ entrano La Gumina, Leris e Adrian Silva per Quagliarella, Jankto ed Ekdal. Il Cagliari va ancora in gol: ripartenza rapida con Joao Pedro che lancia Ounas, traversone basso dalla destra mette in mezzo per Sottil, sinistro di prima intenzione sotto la traversa. Rete inizialmente convalidata ma poi annullata su segnalazione del VAR: Ounas era leggermente oltre la linea difensiva doriana al momento del passaggio di Joao.

Entra Verre per Candreva. All’84’ nuovo contropiede condotto quattro contro due, stavolta Sottil preferisce la conclusione individuale, ne esce un tiro fiacco, para Audero.

Seconda sostituzione nel Cagliari all’86’, con Pavoletti al posto di Simeone. Al 90′ entrano Caligara, Tramoni e Pisacane al posto di Nandez, Ounas e Zappa.

Ayroldi assegna quattro minuti di recupero. Al 92′, su ennesimo contropiede rossoblù, Pavoletti ci prova da fuori area, para agevolmente Audero.

Il Cagliari vola a quota 10 e aggancia in classifica proprio la Sampdoria. Dopo la sosta, i rossoblù faranno visita alla Juventus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *