“L’UOMO DEL MERCATO” DI PAOLA CIREDDU ALLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA IN PROGRAMMAZIONE DAL 15 AL 25 OTTOBRE

di BRUNO CULEDDU

L’uomo del mercato“, opera prima della giovane regista Paola Cireddu, è stata selezionata fuori concorso nella Sezione Cortometraggi della 18a edizione di “Alice nella Città”, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma in programma dal 15 al 25 ottobre.   

Il film nasce dalla sceneggiatura della stessa Cireddu che nel 2017 a La Maddalena ha ottenuto il premio come migliore opera a “Il Cantiere delle Storie”, laboratorio di scrittura cinematografica organizzato dal Premio Solinas e rivolto agli studenti universitari di diversi atenei italiani (Università di Cagliari, Sassari e Roma Tor Vergata). Con giudizio unanime la giuria, composta da registi, produttori, sceneggiatori, distributori tra i più attivi e di rilievo della scena cinematografica italiana, ha motivato il riconoscimento con queste parole: “L’uomo del mercato è un piccolo film in grado di descrivere un mondo attraverso un personaggio autentico ed emozionante. Ci ha colpito molto lo sguardo ossessivo e appassionato dell’autrice in grado di restituire immagini di grande impatto poetico”.

Il film.

La regista racconta le vicende di Mario, un uomo ai margini della società, che per sopravvivere raccoglie le cassette di frutta e verdura. Le trasporta sulla schiena, a decine per volta, ben legate tra loro con una corda percorrendo chilometri a piedi per rivenderle ad una vecchia rivendita dove, alla fine, il guadagno per tutta la sua fatica si risolve in una manciata di centesimi. Un fardello sulla schiena pesante come un macigno che rende sempre più insostenibile la fatica. Il lavoro, del resto, scarseggia e la ricerca delle cassette a piedi si fa sempre più ardua. Il settore è molto competitivo perché i suoi colleghi sono tutti motorizzati. Nella “Via Crucis” del suo percorso improbo e alienante, Mario sogna di ricevere da qualche benefattore una Apixedda usata. Tra gli atti intimidatori del vicino e la generosità del piccolo boss del quartiere, troverà forse, il modo di riscattarsi.

Prodotto dalla casa di produzione Bibigùla di Maurizio Abis e dal Celcam dell’Università di Cagliari, diretto da Antioco Floris, nel quadro delle attività formative dell’Ateneo cagliaritano. Sono stati coinvolti nella co-produzione il Premio Solinas e l’Università di Sassari e Roma Tor Vergata. Hanno partecipato anche le case di produzione Mommotty e Terra de Punt. Il film  è stato sostenuto dalla Regione Autonoma della Sardegna (Bando Regionale per lo Sviluppo del Cinema in Sardegna), Sardegna Film Commission. Distributore: Olbia Film Network.

Il cast.

Con il soggetto e la sceneggiatura di Paola Cireddu  il corto è stato girato e ambientato nel quartiere popolare di piazza Medaglia Miracolosa, piazza San Michele e nella periferia di Cagliari. Il cast è composto da interpreti non professionisti: Mario Tocco, nel ruolo di Mario, Alessio Arrais, Stefano Portas, Ester Casula conla partecipazione straordinaria dell’attore Sergio Piano e il coinvolgimento della comunità del quartiere per le comparse e le figurazioni speciali. La colonna sonora è stata curata da Machina Amniotica, gruppo storico cagliaritano di musica, suoni e immagini.

Sono tante, peraltro, le figure professionali che hanno collaborato alla realizzazione del film: il regista Matteo Incollu (qui in qualità di aiuto-regista); Maurizio Abis e Silvio Farina, fotografia; Andrea Lotta, montaggio;
Luca Manunza
, direttore di produzione; Marco Petrucci, focus puller; Roberto Cois, fonico;  Marco Rocca, sound mix; Stella La Boccetta, edizione e assistente alla regia; Maurizio Loi, scenografia; Stefania Grilli, costumista; Walter Cavatoi, color correction; Stefania Bettini trucco e parrucco; Simone Murru, capo macchinista; Nicola Murenu, data manager.

Hanno partecipato all’impresa anche cinque studenti dell’Università di Cagliari, allievi dei laboratori di cinema: Simone Paderi, Elisa Meloni, Davide Salotto, Riccardo Cara e Davide Orrù.

La regista.

Paola Cireddu, cagliaritana, è giornalista, fotografa, regista, sceneggiatrice e musicista. Professionista nel settore della comunicazione e media relations, collabora da oltre vent’anni come Responsabile Ufficio Stampa per alcune delle rassegne culturali più importanti della Sardegna di jazz, musica, cinema, poesia, teatro, letteratura, danza contemporanea, e ancora ambiente, sostenibilità e design.

Appassionata di cinema e fotografia ha approfondito attraverso gli anni di studi e di laboratori universitari (Celcam) la conoscenza dei linguaggi della comunicazione cinematografica, audiovisiva e multimediale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *