IL FOTOGRAFO CHE RACCONTA LE BELLEZZE DELLA NATURA: IL PRIVILEGIO PER MARCELLO CHIODINO DI VIVERE A DUE PASSI DALLA COSTA SMERALDA

ph: Marcello Chiodino

di DARIO BUDRONI

La Costa Smeralda è il suo parco giochi personale. Marcello Chiodino si mette al volante e nel giro di pochi minuti ha già i piedi nella sabbia. È qui che dà il meglio di sé. Con la macchina fotografia al collo, o un drone da far volare sulla testa, immortala i paradisi naturali che fanno della Costa Smeralda una delle destinazioni turistiche più celebri al mondo. «Se fossi nato da un’altra parte, forse, non avrei sviluppato lo stesso interesse per le coste e i litorali» afferma Marcello Chiodino, di Arzachena, un fotografo professionsita che, grazie al suo grande talento, è riuscito a diventare un punto di riferimento per gli amanti delle bellezze della natura.

Il fotografo arzachenese, che tra l’altro collabora sia con il Consorzio Costa Smeralda sia con lo Yacht Club Costa Smeralda, nasce in realtà come architetto. «Poi, però, mi sono reso conto che la mia strada era un’altra. Così alla fine ho messo da parte l’architettura e mi sono concentrato sulla fotografia. Lo studio del paesaggio e del territorio, comunque, mi ha sicuramente aiutato» confessa Chiodino, che collabora anche numerose e importanti riviste regionali, nazionali e internazionali, alle quali si aggiungono siti web e aziende private che desiderano servirsi della sua creatività.

Affermatosi come fotografo di paesaggi, il professionista gallurese è uno che ama girare il mondo e immortalare qualsiasi tipo di luogo. Ma è con il mare che coltiva ogni giorno un rapporto speciale. «In Gallura ho la possibilità di relazionarmi quotidianamente con la natura – spiega -. Sono abituato a vivere certi paesaggi e a riconoscerne gli elementi. Anche se devo dire che è sempre importante relazionarsi anche con quelle persone che visitano per la prima volta le nostre spiagge. Spesso sono proprio loro a notare e indicare cose che io, vivendo qui, certe volte do per scontate».

Marcello Chiodino, grazie ai suoi fantastici scatti, è diventato una star anche sui social. Su Facebook, per esempio, alcuni suoi post raggiungono anche il mezzo milione di interazioni. Ad andare molto forte, ovviamente, sono le foto scattate negli angoli più incantevoli della Costa Smeralda.

«Il mio lavoro è sempre legato alle condizioni meteo. Ed è in particolare dall’autunno alla primavera che giro la Costa Smeralda a caccia della foto migliore – racconta Chiodino -. In questo periodo, infatti, i colori sono fantastici e le spiagge sono vuote. Devo dire, però, che allo stesso tempo è un peccato che la Sardegna non venga vissuta anche nei mesi più freddi, visto che la natura è sempre particolarmente bella e le temperature non sono mai realmente basse». Come tutti anche il fotografo arzachenese ha i suoi luoghi preferiti. «Beh, in Costa Smeralda mi piace molto la zona della Celvia e di Cala di Volpe, dove la natura assume forme incredibili e i ginepri arrivano fino all’arenile – dice Chiodino -. Poi ci sono ovviamente la Spiaggia del Principe e Liscia Ruja. Qui, in particolare, mi piace utilizzare il drone».

E se in Gallura Marcello Chiodino dà il meglio di sé, bisogna dire che le foto scattate in contesti totalmente diversi non sono di certo da meno. Per esempio il fotografo si diverte a visitare luoghi lontani e incontaminati, anche dall’altra parte del mondo. L’ultimo viaggio lo ha compiuto in pieno inverno. Destinazione Isole Faroe, tra l’Islanda e la Norvegia: «Amo immortalare i paesaggi desolati e naturali. Per questo sono molto attratto dal nord Europa, dove la natura è decisamente più estrema».

https://www.costasmeralda.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *