DA DEEJAY DELLE NOTI DI BOSA A GRAPHIC DESIGNER A LONDRA: SIMONE PISCI GIOVANE LEADER NELLA COMUNICAZIONE

ph: Simone Pisci
di ALESSANDRO FARINA

Dalla informale tenuta da Dj per animare la movida estiva in riva al Temo allo smoking da sfoggiare a Londra, nella serata di gala dove si attribuisce uno fra i più prestigiosi premi internazionali per la grafica, il passo non è stato né semplice né breve. Ma questa è, in poche righe, la storia, la sfida vinta in un mondo sempre più globalizzato, di Simone Pisci. Che dalla assolata Bosa è volato alla piovosa capitale del Regno Unito riuscendo, in neanche un lustro, a guadagnarsi il posto di Senior Graphic Designer nell’azienda Southern Housing Group. E la “nomination,” qualche giorno fa al Corporate Comms Award. Ambito premio, una sorta di Oscar per fare un paragone con il mondo del cinema, dove approdano le migliori campagne di comunicazione e grafica di imprese a caratura mondiale. “Vedere il mio nome e quello della mia azienda al fianco di colossi come Jaguar, Land Rover, Lloyds, Mc Donald’s, Samsung, Ikea, Iceland, Airbus, Pokemon, Shell… che dire. Un sogno. È stato un anno difficile certo, ma ricco e incredibile” commenta Simone Pisci.

Nato a Bosa, classe 1983, diplomato al liceo Scientifico dell’istituto “Pischedda” nel 2002, studi di ingegneria del suono a Bologna, il giovane bosano rientrato in Sardegna aveva coltivato la passione per la musica, animando le nottate musicali nelle discoteche della zona con il nome d’arte di Simone Espi. “Sei anni fa ho deciso per una svolta radicale, una sfida, per mettermi alla prova” racconta. Acquistato il biglietto per Londra, come tanti suoi coetanei in questi anni ancora di amare incertezze lavorative, Simone Pisci ha cercato sicurezza economica e soddisfazioni, un futuro, sulle sponde del Tamigi. Ad aprirgli le porte di un impiego è il Southern Housing Group, fra i gruppi immobiliari più forti in Inghilterra. “Sono partito dal gradino più basso, quello di junior”, il primo passo nella scala gerarchica del lavoro. Dopo 5 anni di fatica e impegno arriva più di una soddisfazione: “Oggi guido il team di graphic design e sono responsabile della comunicazione e strategia visiva dell’azienda”, il percorso da zero ai vertici. E oltre, perché lo scorso anno Simone Pisci ha una intuizione, che a Londra viene percepita e trasformata dall’azienda come una nuova opportunità, anche economica oltre che di immagine, da mettere in pratica. “Tutti gli anni le imprese devono produrre un report, una pubblicazione obbligatoria che presenta i conti”, spiega. Un documento dal valore legale, che viene utilizzato però anche per attrarre nuovi investitori e mantenere e rinforzare il profilo pubblico dell’azienda.

 “Mi sono chiesto perché non realizzarlo con una veste grafica legata al mondo contemporaneo di computer e smartphone. Insieme al mio team abbiamo così elaborato infografiche e diagrammi in tre dimensioni” il percorso. Un successo, il risultato, che vale non solo pacche sulle spalle “Quando mi sono visto recapitare l’invito come candidato al Corporate Comms Award, nella categoria Report Annuali, non ci credevo. Ma è la realtà: il 20 novembre ha indossato lo smoking ed è andato alla serata di gala.

https://www.lanuovasardegna.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *