INNO ALLA VITA, SERATA IN PAROLE E MUSICA: PREMIAZIONE AD ALGHERO DEL CONCORSO LETTERARIO “GLI ANNI 80” DEDICATO A PIERPAOLO FADDA

Emma Fenu e Pier Bruno Cosso (le foto sono di Sergio Ruiu
di PIER BRUNO COSSO

Alghero ci ha accolto con la sua magia. Alghero ci ha accolto figli ritrovati che si incontrano quasi per caso e tutti insieme fanno volare in alto emozioni leggere, impalpabili come la brezza di mare che non può mancare nella città catalana. Alghero in controluce in una serata fino al tramonto, bagnata dai colori crepuscolari.

L’evento sarebbe dovuto essere una semplice premiazione per il Concorso Letterario “Gli anni ‘80”, dedicata a Pierpaolo Fadda, ma è diventato un viaggio nelle emozioni. Già il titolo della manifestazione prometteva tanto, col suo “Inno alla Vita, serata in parole e musica dedicata a Pierpaolo Fadda”. Ma poi, nella pratica, veramente parole e musica ci hanno travolto regalandoci quel brivido, quella sensazione che ti attraversa e ti fa vibrare tutte le corde. Perché quando si incontrano parole e musica, sono brividi sulla pelle. Non altro.

Il Concorso Letterario era nato da un’idea di Emma Fenu, scrittrice e presidente di Cultura al Femminile, suscitando subito un importante interesse. C’è stata una grande partecipazione di scrittori già affermati e di appassionati alle prime armi, che si sono messi in gioco per raccontare in poche pagine la loro visione degli anni ’80. Esperienze di vita, o storie immaginarie, legate al grande momento di trasformazione che è stato quel decennio, quasi di preparazione per il millennio che è iniziato subito dopo. Quel nuovo millennio, ormai già vecchio, ci vede qui a battagliare in un quotidiano frenetico, lasciandoci solo quella sottile nostalgia dei ricordi più vivi e colorati.

Lidia Petrulli e Marisa Castellini

Il concorso è stato vinto dalla scrittrice di Cagliari M. Lidia Petrulli, col racconto: “1987: Adila e la guerra delle pietre”, incentrato su tutto il travaglio interiore di una ragazzina di quindici anni che difende la sua terra lanciando le pietre contro chi ha scatenato l’intifada. Una storia di altissima caratura dove si cerca una sete di giustizia, un attaccamento alla vita quando questa non vale più niente e si perde stando semplicemente dietro le barricate, come è capitato ai suoi giovani amici.

Ecco l’inno alla vita nel titolo della manifestazione, e nelle parole che ci ha lasciato Pierpaolo Fadda per celebrare la vita, anche quando la vita lo stava lasciando. A lui, guerriero nuragico, che ha affrontato la sua leucemia, la diavolessa secondo una sua definizione quasi poetica, a muso duro, senza arretrare mai, diventato un riferimento per tutti.

È questa l’immagine che è rimasta viva in noi, quando improvvisamente il suo ricordo ha sfiorato i pensieri di tutti noi. È stata una magia sensoriale in quel particolare momento, tanto intenso, quando le bellissime voci degli artisti della serata si sono unite in unico coro per lanciare verso il cielo una preghiera: quel “Padre Nostro” musicata e cantata in sardo che ha portato tutti i nostri sguardi verso l’incanto di un cielo che si attenuava con la sua voglia di tramonto.

Nella manifestazione, coordinata da Emma Fenu, sono intervenuti Marco Di Gangi, assessore alla cultura del Comune di Alghero; Marilena Rimini Fiori, presidente dell’AIL di Sassari; Marisa Castellini, presidente dell’Università per le Tre Età; ed io, come presidente della Giuria.

Per lo spettacolo musicale sono intervenuti gli artisti: Antonello Colledanchise; Silvia Sanna; Gian Mario Virdis; Anna Maria Puggioni; Enzo Mugoni.

Tutto sotto l’egida di Cultura al Femminile, AIL, Fondazione Alghero.

Nella serata si è parlato a lungo di Casa AIL di Sassari, una struttura di sostegno per i familiari e i malati di leucemie, che era tanto cara a Pierpaolo Fadda. Ed è proprio a questa struttura no profit che andranno i proventi della vendita del libro, curato da Emma Fenu, con la mia prefazione, che raccoglie i racconti selezionati dalla giuria del Concorso.

Il libro “I Mitici Anni Ottanta – Il decennio che ha generato il millennio” (Edizioni Gli scrittori della porta accanto – 2019 – 10,00 €), autori vari, a cura di Emma Fenu, i cui proventi andranno integralmente a Casa AIL Sassari (come il CD di cori sardi e i libri di Pierpaolo Fadda dedicati all’AIL), si può acquistare nelle librerie o richiedere nei negozi on line:

https://www.amazon.it/mitici-anni-ottanta-millennio-scrittori/dp/8833663388/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=i+mitici+anni+ottanta&qid=1569908611&s=books&sr=1-

1https://www.ibs.it/mitici-anni-ottanta-decennio-che-libro-vari/e/9788833663388?inventoryId=167422196

3 risposte a “INNO ALLA VITA, SERATA IN PAROLE E MUSICA: PREMIAZIONE AD ALGHERO DEL CONCORSO LETTERARIO “GLI ANNI 80” DEDICATO A PIERPAOLO FADDA”

  1. Peccato mi dispiace tanto non poter essere stata anche io lì con voi nella mia adorata Alghero a godere di una serata così magica e inebriante tra musica e cultura…. quanta nostalgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *