14-18 L’ULTIMA OBBEDIENZA – STORIE DI DONNE NELLA GRANDE GUERRA : L’INIZIATIVA A COMO DEI CIRCOLI “SARDEGNA” E “AMSICORA”

di LUCA RUIU

Si è svolto l’ultimo degli eventi organizzati dal Circolo Culturale Ricreativo Sardegna di Como e dall’Associazione Culturale Amsicora di Lecco dedicati alla celebrazione del Centenario della fine della Prima Guerra Mondiale.
Presso la prestigiosa location di Villa Olmo di Como, il Vice Presidente Vicario Ferdinando Musiu del Circolo Sardegna di Como ha dato il benvenuto a tutti i presenti portando i saluti del Presidente Paolo Cristin, ancora assente per motivi di salute. A seguire l’intervento di Giuseppe Tiana, di recente eletto Presidente dell’Associazione Amsicora di Lecco e Coordinatore della Circoscrizione del Centro Nord della FASI (Federazione delle Associazioni dei Sardi in Italia) che oltre a portare i saluti della Presidente FASI, Serafina Mascia, ha voluto sottolineare l’importanza dell’evento e della proficua collaborazione con il Circolo Sardegna di Como.
A introdurre lo spettacolo la responsabile del Gruppo Donne del Circolo Sardegna di Como, Rosella Monni, che ha evidenziato l’importanza dei contenuti portati in scena dal Gruppo AMARANTA di Salò, formato da sole donne per raccontare storie di donne che in “L’Ultima Obbedienza – Storie di donne nella Grande Guerra” sono quelle di figlie e madri di famiglia, mogli e poi vedove, ma anche di lavoratrici, infermiere, volontarie, attiviste e persino combattenti, spesso o quasi sempre vittime, donne, tutte, coinvolte nella tragedia della Grande Guerra.
Uno spettacolo intenso, 90 minuti di forti emozioni che hanno catapultato gli spettatori nel periodo bellico facendo rivivere in loro i racconti di nonni e genitori che hanno vissuto sulla propria pelle gli orrori della guerra e che ha voluto evidenziare che non solo le cruenti battaglie hanno lasciato sul campo morti e feriti, ma anche nei paesi e nelle città le donne sono state loro stesse vittime di violenze che hanno posto fine alle loro vite o che le hanno segnate per sempre.
A fine serata un rinfresco con la promozione di prodotti tipici sardi ha voluto dare un piacevole e gustoso commiato a tutti gli intervenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *