SASSARI NON SI FERMA PIU’: LA DINAMO RIBALTA LA SITUAZIONE CON BRESCIA E VINCE 95-87

ph: Thomas

È una Dinamo agguerrita, indomita, che non si perde mai d’animo: al PalaSerradimigni i giganti centrano la tredicesima vittoria consecutiva incorniciano una prestazione incredibile, con cinque uomini in doppia cifra. Dopo essere partiti con energia e aver chiuso il primo tempo avanti, Devecchi e compagni subiscono l’offensiva lombarda che firma un terzo quarto perfetto con percentuali incredibili dai 6,75. Dopo essere stati sotto di 12 e senza Pozzecco, sanzionato con due tecnici, i giganti mettono in campo tutto: energia, cinismo, attributi, cuore. Trascinati da un super Rashawn Thomas, a segno con 30 punti, e dall’energia della compagine italiana Spissu (17 pt), Polonara (10) e Gentile (12), il Banco risale la china e mette la testa avanti regalando al suo pubblico una vittoria monumentale.

Coach Pozzecco manda in campo Smith, Carter, Pierre, Thomas e Cooley, coach Diana risponde con Hamilton, Abass, vitali, Beverly, Moss. È un super Rashawn Thomas (autore di 12 punti in 10’) ad aprire il match mettendo a referto i primi punti per il Banco, Brescia risponde con Abass ma i giganti si portano avanti con Cooley e Carter. Moss sblocca i suoi ma i sassaresi sono fluidi in attacco e scrivono il +6 con Spissu. Un gioco da ttre punti di Vitali riporta gli ospiti a contatto, 2+1 di Pierre. Botta e risposta dall’arco tra Moss e Thomas: il giocatore originario di Oklahoma infila due triple che danno respiro ai giganti. Abass conduce i suoi firmano un minibreak di 4-0, Polonara si iscrive a referto attaccando il ferro. Spissu alza l’alleyoop per Pierre che inchioda la schiacciata e chiude il primo quarto 25-17. Nel secondo quarto Cunningham e Sacchetti accorciano ma un parziale da 8-2 scrive il vantaggio in doppia cifra per i giganti. La monumentale rubata del capitan Devecchi serve Spissu dall’arco per la bomba del 34-24. La reazione lombarda è condotta da Abass con bombarda dai 6.75 dimezzando lo svantaggio. L’ex Sacchetti riporta i suoi a un possesso di distanza a cronometro fermo: Pierre e Thomas tengono il Banco avanti. Polonara chiude il primo tempo 41-38. La Germani rientra dall’intervallo lungo determinata a invertire l’inerzia del match: gli uomini di coach Diana piazzano un break di 11-2 infilando 5 bombe che scrivono il +10 lombardo. I giganti suonano la carica con Spissu e Smith dall’arco, ma Brescia resta avanti condotta dalle prestazioni balistiche incredibili. Thomas e Pierre accorciano, Vitali ricaccia indietro i giganti dall’arco. Il secondo tecnico sanzionato a coach Pozzecco lo costringe ad abbandonare il campo. Pierre chiama a raccolta i compagni e firma un parziale di 7-3. Anche Polonara si unisce alla causa, al 30’ Brescia avanti 64-72. Negli ultimi dieci minuti i giganti sono pronti a lottare: apre la frazione Cooley dalla media, lo segue Gentile dall’arco. Abass trascina gli ospiti e riscrive il vantaggio in doppia cifra. Parziale biancoblu con Spissu dai 6.75, Cooley e 5 punti di Gentile e il Banco è a contatto (79-83). Thomas dalla media riporta i suoi a un possesso di distanza con 4’ da giocare, Beverly dà respiro agli ospiti ma Gentile non sbaglia in lunetta. La schiacciata di Thomas dice 85 pari con 1’48’’ da giocare. È il numero 25 a infilare il canestro del sorpasso sassarese, punto numero 27: il PalaSerradimigni esplode. Thomas non si ferma più e ne scrive 30, Gentile e Thomas allungano in lunetta. Vitali viene espulso per un brutto fallo su Spissu che monetizza dalla lunetta con 14’’ da giocare. Il play sassarese chiude la partita dalla lunetta: i giganti si impongono 95-87 centrando forse la vittoria più bella e il tredicesimo risultato consecutivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *